Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Primo Levi e il piemontese. La lingua de «La chiave a stella»

Bruno Villata
pubblicato da Savej

Prezzo online:
9,99

Nel 1978 Primo Levi pubblica "La chiave a stella", in cui, attraverso la voce diretta del protagonista Tino Faussone, racconta la storia di un abile e giramondo operaio specializzato. Levi trae ispirazione dalle esperienze e dalle persone incontrate durante le sue trasferte come chimico a Togliattigrad, per raccontare il lato umano del lavoro, la soddisfazione dell'uomo che trova nella propria professione realizzazione e arricchimento. Allegre e soffuse di ironia, le avventure di Faussone, pur non venendo riportate in dialetto, sono narrate in un italiano addomesticato che lascia intravedere tutta la sua origine piemontese. Nel suo saggio (giunto alla seconda edizione) "Primo Levi e il piemontese. La lingua de «La chiave a stella»" Bruno Villata va proprio alla ricerca di tutti quei fenomeni quali prestiti, calchi semantici, interferenze e altri, che Primo Levi ha inserito nella sua opera come testimonianza del massiccio cambio linguistico dal dialetto alla lingua ufficiale avvenuto in Italia a metà Novecento.

Dettagli

Generi Lingue e Dizionari » Linguistica, Semiotica e Semiologia

Editore Savej

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 11/04/2018

Lingua Italiano

EAN-13 9788899048051

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Primo Levi e il piemontese. La lingua de «La chiave a stella»"

Primo Levi e il piemontese. La lingua de «La chiave a stella»
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima