Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Privarsi del piacere. Nietzsche e l'ascetismo cristiano
Privarsi del piacere. Nietzsche e l'ascetismo cristiano

Privarsi del piacere. Nietzsche e l'ascetismo cristiano

Bertrand Binoche
pubblicato da EDB

Prezzo online:
8,07
8,50
-5 %
8,50
Disponibile.
16 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

L'artista, il filosofo antico, il prete cristiano e lo scienziato moderno sono tutti favorevoli all'ascetismo. Ma le stesse parole e le stesse pratiche, per esempio la frugalità e la castità, hanno per tutti lo stesso significato? Bentham vede nell'ascetismo un'aberrazione perché non si può desiderare la sofferenza, ma solo il piacere. Schopenhauer lo considera come il solo mezzo per sfuggire alla sofferenza indotta dalla ricerca del piacere. Nietzsche, invece, individua nell'ascetismo un mezzo inaspettato per trovare il piacere nella sofferenza. In Umano, troppo umano (1878) e un decennio dopo, in modo più elaborato e sistematico, nella Genealogia della morale (1887), il filosofo tedesco pretende di pervenire a una valorizzazione post-cristiana dell'afflizione, a una nuova forma di ascesi il cui fine è cancellare in sé stessi, dolorosamente, ogni traccia di ascetismo cristiano.

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Privarsi del piacere. Nietzsche e l'ascetismo cristiano"

Privarsi del piacere. Nietzsche e l
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima