Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Raccolta de' proverbi, detti, sentenze, parole e frasi veneziane, arricchita d'alcuni esempi ed istorielle
Raccolta de' proverbi, detti, sentenze, parole e frasi veneziane, arricchita d'alcuni esempi ed istorielle

Raccolta de' proverbi, detti, sentenze, parole e frasi veneziane, arricchita d'alcuni esempi ed istorielle

by Francesco Zorzi Muazzo
pubblicato da Colla Editore

27,60
69,00
-60 %
Outlet del libro fino al 60%
69,00
Outlet del libro fino al 60%
Disponibile.
55 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Francesco Zorzi Muazzo, nobile veneziano sensibile e spregiudicato, ma di scarse risorse economiche, partecipò con grande intensità alla vita della sua città frequentando sia patrizi che popolani. Amante del gioco d'azzardo, del vino e delle belle donne, andò contro le regole del patriziato, per cui fu segregato nell'isola di Santo Spirito: lì, nella forzata quiete del convento, cominciò a scrivere la sua immensa "Raccolta", una sorta di vocabolario del dialetto veneziano del Settecento, arricchito da frasi, proverbi e modi di dire. Non solo: nel suo lavoro egli inserì frequentissime digressioni basate su ricordi personali e vivaci descrizioni di eventi, persone e ambienti di una Venezia che sentiva profondamente sua. Muazzo, che scriveva per se stesso, si esprime con assoluta sincerità e senza alcuna inibizione: comunissimi sono i temi libertini, trattati con un linguaggio diretto che avrebbe indignato profondamente gli Inquisitori di Stato. Muazzo amava Venezia, ma non era cieco davanti alle cose che non andavano: egli denuncia, irridendoli, gli speculatori, gli imbroglioni, i corrotti, ridicolizza medici e avvocati, prende in giro fratacchioni supponenti; spiega come si aggiravano le norme amministrative della Serenissima e come venivano abborracciate le costruzioni pubbliche. Grazie alla mole enorme del materiale, il lettore potrà scoprire ogni angolo e ogni aspetto nobile e plebeo della Venezia dell'epoca: guidati da Muazzo, potremo entrare nel Ridotto e nei teatri, nei palazzi e nei conventi, nei giardini e nelle bische, nelle osterie e dai 'luganegheri'; sapremo dove si potevano comperare le merci migliori e a più buon mercato, dove si acquistavano i libri, dove si poteva ascoltare una buona predica, o quali erano i conventi di monache che facevano i dolci migliori; e conosceremo gli stranieri che frequentavano una Dominante ricca di talenti del calibro di Goldoni, Tartini, Tiepolo. Tutto è narrato nel più puro e spiritoso dialetto veneziano. Muazzo non uscì vivo dalla detenzione e portò con sé a San Servolo, l'isola dei malati di mente dove venne segregato dalla fine del 1771, il suo prezioso manoscritto. Morì in solitudine nel 1775, all'età di 45 anni, poco prima che morisse la Repubblica di San Marco.

Dettagli

Generi Politica e Società » Folklore, proverbi, credenze popolari

Editore Colla Editore

Collana Cultura popolare veneta. 3ª serie

Formato Rilegato

Pubblicato 03/04/2008

Pagine 1159

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788889527108

Curatore Franco Crevatin  -  F. Crevatin

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Raccolta de' proverbi, detti, sentenze, parole e frasi veneziane, arricchita d'alcuni esempi ed istorielle"

Raccolta de
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima