Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Rapita
Rapita
Disponibilità immediata.
15 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

"Un affresco su una vicenda di altri tempi, ma in realtà, il racconto di vite ricorrenti, sempre uguali a se stesse, quale che sia il contesto geografico o storico in cui si dipanano. La vicenda che si snoda all'interno di Rapita prende le mosse da una quasi banale vicenda di contese ereditarie che derivano da una presunta infermità mentale di colei che viene denominata la "Sdata", ovvero la "Matta". Un mondo fatto di ingenuità, ma anche di meschini atti di furbizia, di inganni perpetrati perfino da chi assurge a guida spirituale, mentre in realtà sfrutta la credulità popolare, quella semplicità delle piccole vite che pure, tutte insieme, fanno la Storia. Proserpina, da figura sfocata e all'ombra della misera nobiltà della Sdata e della sua famiglia, diventa la positiva eroina del racconto: al pari della sua omonima mitologica, si dibatte tra un'emivita oscura e triste e l'aspirazione, mai apertamente confessata, alla solarità e alla vita. Non vi sono vincitori, né vinti: semplicemente esseri umani che procedono lungo le proprie esistenze, ora combattendo contro le avversità, ora adagiandosi rassegnati, in attesa di momenti più propizi, ora esultando per le piccole vittorie delle quali assaporano l'effimera durata, ben consapevoli che il flusso vitale travolge, da ultimo, tutti noi." (dalla prefazione di Anna Sturino)

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Gruppo Albatros Il Filo

Collana Nuove voci. Strade

Formato Brossura

Pubblicato 02/12/2015

Pagine 89

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788856776218

3 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
2
2 star
0
1 star
0
Rapita teigitur82

marcello mantellini - 13/08/2016 10:06

voto 3 su 5 3

Fuori da qualsiasi tipo di disegno industriale, quello di Francesco Santoro è uno stile inconfondibile, avvezzo all'uso, non solo delle lettere, ma sovente delle arti, quali la musica la scultura, la pittura, al fine di creare l'architettura di un edificio ieratico, ed al contempo dimesso, pomposo ma anche umile. Larte di Santoro, dunque, consiste nella capacità di rendere il lettore presago degli eventi, attraverso le opere d'arte dei grandi, o nel conchiudere i fatti narrati elevandoli attraverso la musica ad un livello superiore. Una sorta di ponte che scorta da una vicenda ad un'altra, tenendo in mano le redini dei molteplici episodi. Ed è appunto l'arte, il bello, a porre in essere tale filo senza fine, che lega fra loro un infinito alfabeto di sentimenti, sensazioni, odori, valori, minacciati dall'insidioso alligatore del denaro e del potere, costretto ad inabissarsi davanti a ciò che è bello, buono, nobile, degno. In questo viaggio il lettore incontrerà personaggi e situazioni rimasti annodati nel filo, dai quali ricaverà la chiave di lettura delle vicende più nascoste. Una vera e propria parabola dell'umano vivere, che adombra ed illustra verità ineludibili, il cui risultato sarà quello di «una vita portata nel romanzo, ed un romanzo portato nella vita».

Rapita santoro44

Francesco Santoro - 19/02/2016 19:19

voto 3 su 5 3

una storia vibrante con una suspance continua che porta il lettore ad essere coinvolto da protagonista.

Rapita teigitur82

marcello mantellini - 18/02/2016 18:26

voto 5 su 5 5

Fuori da qualsiasi tipo di disegno industriale, quello di Francesco Santoro è uno stile inconfondibile, avvezzo alluso, non solo delle lettere, ma sovente, delle arti quali la musica, la scultura, la pittura, al fine di creare larchitettura di un edificio ieratico, ed al contempo dimesso, pomposo ma anche umile. Larte di Santoro, dunque, consiste nella capacità di rendere il lettore presago degli eventi, attraverso le opere darte dei grandi, o nel conchiudere i fatti narrati elevandoli attraverso la musica ad un livello superiore, una sorta di ponte che scorta da una vicenda ad unaltra, tenendo in mano le redini dei molteplici episodi. Ed è appunto larte, il bello, a porre in essere tale filo senza fine, che lega fra loro un infinito alfabeto di sentimenti, sensazioni, odori, valori, minacciati dallinsidioso alligatore del denaro e del potere, costretto ad inabissarsi davanti a ciò che è bello, buono, nobile, degno. In questo viaggio il lettore incontrerà personaggi e situazioni rimasti annodati nel filo, dai quali ricaverà la chiave di lettura delle vicende più nascoste. Una vera e propria parabola dellumano vivere, che adombra ed illustra verità ineludibili, il cui risultato sarà quello di «una vita portata nel romanzo, ed un romanzo portato nella vita».

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima