Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Resta quel che resta

Katia Tenti
pubblicato da Piemme

Prezzo online:
18,90
19,90
-5 %
In omaggio le tazze Thun
19,90
In omaggio le tazze Thun
Disponibilità immediata. la disponibilità è espressa in giorni lavorativi e fa riferimento ad un singolo pezzo
38 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Che cosa significa la parola patria? Per alcuni qualcosa di sfumato e astratto. Per chi nasce in una terra di confine, invece, ha lo stesso peso del corpo, lo stesso colore del sangue. Tra questi, chi viveva in Sudtirol nel 1925. Else Steiner e suo padre, in realtà, hanno dedicato tutta la propria vita alla musica, e non ci sono mai stati né tempo né spazio per il conflitto. La musica non ha lingua, in fondo, è universale. Quando però la giovane cantante viene allontanata dal teatro, per far posto a un'italiana, qualcosa si spezza per sempre. E Alfred Gasser, medico di successo, ad approfittare della solitudine della donna. Non è un matrimonio d'amore, ma potrebbero essere felici se la loro storia non si intrecciasse a quella di altre tre famiglie. Gli Egger, tra i più ricchi e amati abitanti di Bolzano, il cui figlio minore ha un ritardo mentale che per sua madre è impossibile da accettare, così come ciò che i Walsche, gli estranei, stanno facendo alla sua terra. I Marchetti, arrivati da Vicenza per scappare da un destino infame e disposti a qualunque cosa per integrarsi e arricchirsi, a rubare, mentire, vendere ai Fascisti i nemici politici per un pugno di pane in più. I Ceccarini, orgogliosi comunisti toscani, pieni di figli e di sogni che in parte si infrangeranno nei campi per i dissidenti politici, ma che forse troveranno un riscatto. Lungo i sessant'anni di storia ripercorsi in questa saga, Katia Tenti riesce a farci entrare nei mondi di tutti loro, raccontandoci però anche una storia più grande, quella di una terra dilaniata dall'odio e dagli scontri, in cui l'oppressore cambia faccia e bandiera ogni volta. Ma anche di un luogo amato profondamente da coloro che ci abitano e che per restare sono disposti a tutto.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Piemme

Formato Rilegato

Pubblicato 03/05/2022

Pagine 458

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788856684209

5 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
5
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Resta quel che resta gretaangi

-

voto 5 su 5 Nata e cresciuta a Bolzano, non potevo che leggere questo capolavoro che narra del capitolo buio della mia terra natia. L'inizio della controversia che da sempre caratterizza l'Alto Adige: la divisione tra Italiani e Tedeschi. Si tratta di una saga familiare coinvolgente, entusiasmante, ma, sopratutto, basata su fatti storici accurati e ben descritti che ripercorre la storia dell'Alto Adige passo per passo. Lo stile di scrittura rimane fedele ai gerghi del tempo, rendendo l'intera storia ancora più coinvolgente e realistica. Apprezzo molto le narrazioni secondarie, che fanno chiarezza sul passato dei personaggi principali, facendoci sentire parte integrante della narrazione. Un libro che non solo ci trasmette i valori più importanti, ovvero famiglia e amore, ma che ci apre gli occhi alle difficoltà nel provare a congiungere due culture completamente diverse in maniera forzata. Ottimo Lavoro!!!
Resta quel che resta leonardobg

-

voto 5 su 5 Una bellissima saga familiare ambientata in uno dei posti piu belli e meno conosciuti d'Italia. Scritto in modo eccellente e non annoia! Una trama coinvolgente che non smette mai di stupire! Lo consiglio a chiunque desideri una bellissima lettura! Andro a leggere gli altri due libri ora, sicuramente della stessa caratura!
Resta quel che resta leogiacoma

-

voto 5 su 5 Un libro scritto benissimo, una trama coinvolgente, personaggi stupendi e indimenticabili, ben congegnati. La lettura è piacevole come l'intreccio delle storie e l'approfondimento psicologico dei personaggi travolge il lettore e lo tiene con il fiato sospeso dalla prima all'ultima pagina. Dell'Alto Adige si sa poco e questo romanzo è una vera scoperta. Consigliatissimo, da non perdere assolutamente! Se ne vedono pochi di libri scritti così bene.
Resta quel che resta maxi1959

-

voto 5 su 5 Avevo letto i due gialli precedenti ma questo si è rivelato una sorpresa, una saga familiare ambientata nel Südtirol teatro della italianizzazione mai completata di un territorio di confine. Storia di famiglie italiane e tedesche in contrasto tra loro ma anche alla ricerca di una identità e di una convivenza in una terra di conflitti mai sopiti. Ben scritto, con personaggi ben caratterizzati e di piacevole lettura
Resta quel che resta maxi1959

-

voto 5 su 5 Avevo letto i due gialli precedenti ma questo si è rivelato una sorpresa, una saga familiare ambientata nel Südtirol teatro della italianizzazione mai completata di un territorio di confine. Storia di famiglie italiane e tedesche in contrasto tra loro ma anche alla ricerca di una identità e di una convivenza in una terra di conflitti mai sopiti. Ben scritto, con personaggi ben caratterizzati e di piacevole lettura.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima