Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Rischio clinico e negoziazione della salute
Rischio clinico e negoziazione della salute

Rischio clinico e negoziazione della salute


pubblicato da Franco Angeli

25,50
Disponibile a partire dal 23/08/2018.
51 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Il rischio clinico è ormai una locuzione di uso corrente e per gli studiosi è diventata una categoria analitica consolidata. Nello sfondo è presente il rapporto vivo e vitale tra salute e malattia nella concretezza del rapporto medico-paziente. Nel nostro paese è arrivata in ritardo, rispetto al Nord America e ad altri contesti europei, la coscienza dello spessore di una vera e propria negoziazione che ne sta sovente, per non dire sempre, alla base. La relazione tra questi attori sociali si pone oggi in un diverso rapporto di acculturazione da parte del paziente ed è stata smussata, anche se non azzerata, la storica asimmetria che ha connotato spesso tale "tormentata storia", come l'ha chiamata Shorter. Tra le grandi conquiste dovute all'allargamento della democrazia c'è quindi da annoverare anche una politica della salute che comporta una conoscenza più estensiva e diffusa da parte dei soggetti più deboli. Ma ciò può produrre nella dimensione del rischio clinico conflittualità e difficoltà di relazione. Il volume, che analizza criticamente le varie posizioni sull'argomento anche a livello internazionale, propone strategie d'uscita dal tunnel che si viene così a creare costituito da diffidenze comunicative, per ricostruire sulla base di un bene particolare quale è quello della salute il profilo di nuove e più feconde alleanze terapeutiche.ù

Dettagli

Generi Scienza e Tecnica » Medicina » Medicina generale » Professione ed Etica medica

Editore Franco Angeli

Collana Confini sociologici

Formato Libro

Pubblicato 30/01/2009

Pagine 192

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788856804430

Curatore R. De Maria

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Rischio clinico e negoziazione della salute

Anonimo - 17/05/2009 18:17

voto 4 su 5 4

L'ultimo saggio, opera del curatore, che costituisce il nocciolo dell'intero volume. Dopo una generale ma documentata disamina del fenomeno del rischio clinico, prosegue con l'illustrazione della negoziazione, lo strumento migliore e più evoluto per ridurre e prevenire i conflitti. La negoziazione integrativa, orientata alla soddisfazione degli interessi delle parti, suggerisce soluzioni creative, a volte inusuali, capaci però di interpretare al meglio le esigenze di tutti, generando non solo la migliore distribuzione delle risorse, ma moltiplicandole. Dal paragrafo La negoziazione relazionale e la salute umana emerge con tutta chiarezza la novità dell'opera. Secondo l'autore è possibile educare l'operatore della salute medico, ma anche infermiere o dirigente delle strutture sanitarie a un diverso e nuovo rapporto con il paziente. Il guaritore ferito deve coltivare le sue capacità comunicative facenti parte della terapia e comprendere l'infermo nella sua complessità, non reputandolo mero soggetto da cui eradicare la malattia. La continua verso il metodo scientifico ha condotto all'usuale figura del medico che tratta la malattia come mero fenomeno, senza preoccuparsi del paziente, che egli non vede, non osserva, non interroga, se non attraverso gli occhi tecnici degli esami clinici, e che, al limite, non cura. Se può, spesso, risolvere la sua malattia, egli non si fa carico del paziente, il quale non è percepito come un individuo, un'unità psicofisica della quale ristabilire l'equilibrio e della cui felicità preoccuparsi, bensì come un mero portatore di sintomi, da cui eradicare il male attraverso il metodo sperimentale. De Maria propone il nuovo modello terapeutico dell'operatore che negozia col malato il migliore rapporto possibile, affinando le inferenze deduttive del processo diagnostico, potenziando la circolazione delle informazioni, e diminuendo, correlatamente, la criticità, gli errori individuali e le défaillances strutturali: il rischio clinico. Il modello di sanità attuale, orientato all'eradicazione della malattia, non è in grado di curare malati cronici, anziani, disabili, e ciò lo rende ancor più disadeguato. Non è la sede per sviluppare una disamina completa dell'analisi condotta e delle sue implicazioni. Basti dire che si tratta della prima opera sul tema, e che la teorizzazione dell'applicazione della negoziazione relazionale ai rapporti terapeutici appare di notevole interesse, e di assoluta novità.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima