Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

RACCONTI (104 pagine) - NARRATIVA - Undici cattivi, spiazzanti racconti dall'autore vincitore del Premio Urania

L'amicizia, la Fede, l'umanità, l'amore, il destino... Undici forme di tradimento, undici ritratti di inferni che ci accompagnano nel quotidiano e che, inutilmente, crediamo lontani. I personaggi di queste storie, dal malavitoso al ladruncolo, dalla perpetua al detenuto, non hanno sfumature nei colori dell'animo, perché tutti sono attraversati da un'unica tonalità: il nero. Come nere sono le storie di questa raccolta. Perché certe storie accadono.

Alberto Cola lavora e vive nelle Marche. È autore di numerosi racconti di successo pubblicati in antologie e importanti riviste letterarie. Tra gli altri, ha pubblicato i romanzi "Lazarus" (Premio Urania, Mondadori), "La notte apparente" (Curcio) e l'antologia "Mekong" (Delos Books) Fa parte del collettivo di autori "La Carboneria Letteraria".

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Gialli, mistery e noir » Legal, Thriller e Spionaggio , Gialli Noir e Avventura » Thriller e suspence » Legal thriller e thriller politico

Editore Delos Digital

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 24/11/2015

Lingua Italiano

EAN-13 9788867759743

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Senza evidente motivo stefaniatp

Stefania Trapani - 02/12/2015 15:24

voto 5 su 5 5

Segnalo questo magnifico libro, una raccolta di racconti scritta da uno dei più grandi autori italiani contemporanei. Devo ammettere che ho scelto questo libro perché avevo già conosciuto l'autore nella sua "Notte apparente" e lo avevo molto apprezzato. Ma ero un po' scettica. Non sono mai stata attratta dalle antologie, forse perché amo farmi rapire dai libri e innamorarmi dei personaggi, cosa che reputavo impossibile a livello di racconto breve. Ho invece scoperto che i racconti sono anch'essi un viaggio, soprattutto quando hanno un filo conduttore che in questo caso è il tradimento. E io che mi illudevo che ne esistesse un solo tipo e me ne sentivo molto distante. Ma Alberto Cola è un autore che non riesce a essere banale neanche sotto tortura, ed è riuscito a narrare di tradimenti ben peggiori da quello a cui tutti pensiamo, e che a dispetto della parola ci coinvolge tutti. La sorte, gli amici,la fede, perfino la morte può tradire. In questi racconti si viaggia e si soffre molto. Si sorride a volte, ma di un sorriso quasi sempre amaro. Le storie hanno tutte uno sfondo noir, toccano corde profonde e sono in continua escalation. Più si va avanti e più diventano accattivanti, quasi dolorose. Fisicamente dolorose. Alla fine dell'ultima storia ho pianto, come mi accade davanti a un quadro di cui non riesco a contenere l'enormità. Undici storie che sono undici dipinti e la sensazione è proprio quella di andare a una mostra d'arte contemporanea, e il pittore è un moderno Picasso. Un libro che consiglio ai lettori che non si accontentano. Straconsigliato.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima