Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Sono stato un numero. Alberto Sed racconta - Roberto Riccardi
Sono stato un numero. Alberto Sed racconta - Roberto Riccardi

Sono stato un numero. Alberto Sed racconta

Roberto Riccardi
pubblicato da La Giuntina

Prezzo online:
14,25
15,00
-5 %
15,00
Disponibile in 5-6 giorni. la disponibilità è espressa in giorni lavorativi e fa riferimento ad un singolo pezzo
28 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Questo libro racconta la vita di Alberto Sed dalla nascita ai giorni nostri. Rimasto orfano di padre da bambino, Alberto è stato per anni in collegio. Le leggi razziali del 1938 gli hanno impedito di proseguire gli studi. Il 16 ottobre 1943 è sfuggito alla retata effettuata nel ghetto di Roma. E stato catturato in seguito, insieme alla madre e alle sorelle Angelica, Fatina ed Emma. Dopo il transito da Fossoli, la famiglia è giunta ad Auschwitz su un carro bestiame. Emma e la madre, giudicate inabili al lavoro nella selezione condotta all'arrivo, sono finite subito nella camera a gas. Angelica, un mese prima della fine della guerra, è stata sbranata dai cani per il divertimento delle SS. Solo Fatina è tornata, segnata da ferite profonde: ha assistito alla fine terribile di Angelica ed è stata sottoposta agli esperimenti del dottor Mengele. Alberto è sopravvissuto a varie selezioni, alla fame, alle torture, all'inverno, alle marce della morte. Ha partecipato per un pezzo di pane ad incontri di pugilato fra prigionieri organizzati la domenica per un pubblico di SS con le loro donne. Dopo essere scampato a un bombardamento, è stato liberato a Dora nell'aprile 1945. Tornato a Roma, superate le difficoltà di reinserimento, ha iniziato a lavorare nel commercio dei metalli e si è sposato. Ha tre figlie, sette nipoti e tre pronipoti.

Dettagli

Generi Non definito

Editore La Giuntina

Collana Vite

Formato Brossura

Pubblicato 15/01/2015

Pagine 165

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788880573272

2 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Sono stato un numero. Alberto Sed racconta sillkill70

-

voto 5 su 5 Solo un uomo dalla profonda sensibilità e delicatezza come Roberto Riccardi poteva scrivere un romanzo così. Se c'è un dono prezioso capace di ripagare tutti gli investimenti e sacrifici spesi in nome di una passione chiamata "lettura", è proprio l'amicizia con questo straordinario e sincero uomo e scrittore. La storia di Alberto Sed mi ha prosciugato di ogni lacrima ma ha arricchito e rinvigorito la mia anima e fiducia nei confronti della vita. La vita è il dono più prezioso che ci è stato concesso, rispettarla diventa doveroso atto di riguardo per chi ha vissuto tragedie così immani. Sembra scontato respirare, ma per chi viveva dietro i cancelli dei campi di concentramento non c'erano certezze. Roberto ci descrive una storia che diventa specchio di un incubo e di una vergogna incancellabile nella storia dell'umanità, con grande tatto ma senza fare sconti, lasciando giustamente al lettore la forza della speranza. Perchè alla fine, nonostante tutto, il bene e l'amore sono più forti del male e dell'odio. Chi salva una vita, salva il mondo intero.
Sono stato un numero. Alberto Sed racconta

-

voto 0 su 5 Pur considerando il tema trattato, si tratta di un libro scorrevole, con un percorso narrativo di facile lettura. Colpisce la grande forza d'animo dell'autore e il suo attaccamento alla famiglia. Consigliato anche per ragazzi in età scolare.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima