Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

"Rientra tra le figure del nostro destino anche quella che è definita come la figura delle posizioni perdute, e nessuno sa se proprio questo destino un giorno non si compirà anche per lui. [] Nella posizione perduta la vita deve dichiararsi in modo simile a come la materia sotto un'alta pressione si rivela nelle sue forme cristalline" (Ernst Jünger).
Prendendo le mosse dal progetto foucaultiano di una storia delle forme di soggettività, sfileranno dinanzi agli occhi del lettore figure inattuali formatesi con lo scopo di resistere alle minacce della modernità - il "ribelle" di Ernst Jünger, l'"individuo" di Ralph Waldo Emerson, il "sognatore antimoderno" di Oswald Spengler, l'uomo post-economico di Werner Sombart - fino a giungere a una riflessione sulla genesi dei concetti dell'otium e dell'eremus, e alla figura filosofica e letteraria del solitario contemplativo. Una ricostruzione delle tecnologie del sé fondanti la storia della soggettività.

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Sulle posizioni perdute"

Sulle posizioni perdute
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima