Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Ti disegno che ti amo. Un approccio positivo dall'autismo come sostegno alle famiglie

by Chiara De Bernardi
pubblicato da Franco Angeli

18,00
Disponibile a partire dal 23/08/2018.
36 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

La diagnosi di autismo di un figlio, anche se ad alto funzionamento, sconvolge l'esistenza. Ma se si riesce a non considerare l'autismo un handicap, bensì una diversa modalità di funzionamento cerebrale, si inizia a considerare la persona come tale, e non come un "caso clinico". Valorizzando i pregi della persona con autismo e facendo sbocciare le sue potenzialità, attraverso i linguaggi e i metodi di approccio corretti, possiamo ottenere un'enorme apertura al mondo neurotipico. Apertura che però deve essere bilaterale: anche il mondo deve abituarsi alla presenza dei soggetti autistici, estremamente numerosi. Questo libro è stato scritto da Chiara, mamma di Silvia, una bambina autistica ad alto funzionamento con intelligenza visiva e pensiero in immagini, per dare una speranza e qualche suggerimento a chi si trova ad affrontare un percorso con una persona autistica. Con esempi pratici e un pizzico di ironia l'autrice spiega che la vita con un autistico ha lati assolutamente positivi, senza negare la drammaticità di certi momenti.

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Ti disegno che ti amo. Un approccio positivo dall'autismo come sostegno alle famiglie"

Ti disegno che ti amo. Un approccio positivo dall
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima