Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Questa è la storia di Fabio Petronio Secondo - legionario e centurione romano - e dell'ascesa al potere del suo generale Scipione Emiliano: dalla prima battaglia contro i macedoni alla "guerra totale" in Nord Africa, fino all'assedio di Cartagine. I successi di Scipione gli consegneranno ammirazione e rispetto, ma attrarranno anche avidità e gelosia - trasformando gli alleati più stretti nei più pericolosi dei nemici. La conquista del cuore di Giulia, promessa sposa del rivale Metello, sarà la causa di una pericolosa faida. Quanto sarà disposto a sacrificare Scipione Emiliano per il sogno di Roma? Questa è la storia di due uomini e del loro destino, ma anche un viaggio nel cuore di Roma e del suo tempo, alla scoperta delle strategie militari e degli intrighi po¬litici con cui i guerrieri e i cittadini romani speravano di ingannare la morte.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Romanzi storici , Romanzi e Letterature » Narrativa d'ambientazione storica

Editore Magazzini Salani

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 29/08/2013

Lingua Italiano

EAN-13 9788868211677

1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Total War - Rome. Distruggi Cartagine alessandro356

Alessandro - 17/09/2018 18:25

voto 3 su 5 3

Possiedo e adoro (tra alti e bassi) il gioco Total War Rome II, ma il libro che ne è derivato si è dimostrato ben più misero. In un primo lidea di un romanzo storico ambientato ai tempi della Terza Guerra Punica mi ha esaltato, visto che quasi tutti gli autori slittano sulla Seconda. Ma sono andato incontro allamara verità. Non si può proprio definire terribile, per questo ho dato tre stelle. Come libro è scorrevole, in parte perché molto, troppo semplice, e si mantiene tutto sommato interessante. Sebbene in toni decisamente esagerati fa capire la debolezza e la fragilità della repubblica romana e come, nonostante le sconfitte, Cartagine si stesse riprendendo e incutesse ancora un certo timore, specie grazie al suo potere commerciale. La realtà presentata, lambientazione e la ricostruzione dellepoca sono però sono senza senso. La trama quasi non si regge in piedi ed è piena di forzature. Le battaglie non solo sono solo mal descritte e inverosimili ma spesso non sono neanche realmente vissute! Non guardiamo le cose dal punto di vista di un guerriero nel bel mezzo del combattimento e neanche del comandante che dirige le cose. Ci viene detto come va e chi vince. Davvero mediocre per un romanzo incentrato su grandi eventi bellici. Sembra quasi che Cartagine sia caduta velocemente e con relativa facilità, mentre nella realtà ci volle un sanguinoso assedio di due anni. E inoltre, al contrario di quanto avviene in questo libro, Scipione Emiliano conquistò Numantia DOPO il suo trionfo in Africa. E questi sono solo esempi. Tra due e tre stelle.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima