Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Cura e traduzione di Palmiro Togliatti
Edizione integrale

Pubblicato nel 1763, il Trattato sulla tolleranza è forse il più famoso tra le opere di Voltaire. È una riflessione sulla libertà di credo, sul rispetto delle opinioni e sui cardini di quella che definiremmo società civile. A ispirare questo celebre libello era stato il caso Calas (1762). Marc-Antoine Calas, figlio di un commerciante protestante ugonotto, era stato trovato impiccato e per il suo assassinio era stato imprigionato, giudicato e condannato a morte per tortura il padre, sulla base di un processo indiziario: l'uomo avrebbe ucciso il figlio perché questi aveva intenzione di convertirsi al cattolicesimo. La società, intendendo condannarlo, aveva cavalcato il fanatismo religioso, fino all'uccisione di un innocente (il figlio in verità si era suicidato). In favore della ragione e di una giustizia che sappia adoperare la carità e l'indulgenza contro ogni abuso della morale religiosa parla Voltaire. «Se si considerano le guerre di religione, i quaranta scismi dei papi che sono stati quasi tutti sanguinosi, le menzogne, che sono state quasi tutte funeste, gli odi inconciliabili accesi dalle differenze di opinione; se si considerano tutti i mali prodotti dal falso zelo, gli uomini da molto tempo hanno avuto il loro inferno su questa terra».
Come nella Francia del XVIII secolo, la presenza di forti contrasti ideologici-religiosi ai giorni nostri rende attuale, e quanto mai indispensabile, la lettura o la rilettura di uno dei capisaldi della filosofia di tutti i tempi.

«La tolleranza è una conseguenza necessaria della nostra condizione umana. Siamo tutti figli della fragilità: fallibili e inclini all'errore. Non resta dunque che perdonarci vicendevolmente le nostre follie».
Voltaire

Voltaire

François-Marie Arouet, che nel 1718 assumerà lo pseudonimo di Voltaire, nacque a Parigi nel 1694. Nel 1718 era già un celebre tragediografo; nel 1726, come conseguenza di un duello, conobbe la Bastiglia e l'esilio in Inghilterra; dopo una vita intensa condotta tra fughe, amicizie regali, studi e impegno civile contro l'intolleranza e l'ingiustizia, nell'aprile del 1778 tornò a Parigi ma morì quasi subito, il 30 maggio 1778. Scrisse opere storiche, poemi epici, libelli polemici, versi d'occasione, prose filosofiche e letterarie. Di Voltaire la Newton Compton ha pubblicato Dizionario filosofico; Candido - L'ingenuo - Zadid - Micromegas e il volume unico Tutti i romanzi e i racconti e Dizionario filosofico.

Dettagli

Generi Psicologia e Filosofia » Filosofia: Opere divulgative e generali

Editore Newton Compton Editori

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 02/04/2015

Lingua Italiano

EAN-13 9788854181861

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Trattato sulla tolleranza"

Trattato sulla tolleranza
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima