Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il testo in italiano tradotto da Ettore Romagnoli e la versione originale in greco delle tragedie di Euripide.
Alcesti: rappresenta come Apollo contratti con le Moire di ritardare la morte dell'amico Admeto a patto che qualcun'altro si sacrifichi per lui. Non trovandosi nessuno fra amici e parenti, Alcesti si offre di morire al posto del marito. Eracle nel mezzo di una delle 12 fatiche si trova ad essere ospite di Admeto e, commosso dalla storia e dall'ospitalità ricevuta, decide di scendere negli Inferi, e riportare Alcesti sulla terra.
Andromaca: con protagonista Andromaca prigioniera di Neottolemo, re dell'Epiro, dal quale ha un figlio, Molosso. Costretta a fuggire per le gelosie di Ermione, moglie di Neottolemo, si nasconde presso Peleo, nonno di questi che la difenderà anche nei confronti di Menelao, padre di Ermione. A questo punto compare Oreste, in cerca di notizie di Ermione, che gli era stata promessa sposa da Menelao prima che cambiasse idea e la desse a Neottolemo, e con l'intento di uccidere quest'ultimo.
Ecuba: rappresenta la follia disperata di Ecuba per la perdita dei figli Polidoro, ucciso per impossessarsi delle sue ricchezze da Polimestore, e di Polissena, sacrificata sulla tomba di Achille. Ecuba, con l'appoggio di Agamennone, mette in atto la sua vendetta uccidendo i figli di Polimestore ed accecando quest'ultimo, il quale predirà una sorte terribile ai due.
Elena: rappresenta l'incontro fortuito tra Elena, nascosta in Egitto, ed il marito Menelao, naufragato di ritorno da Troia. I due architettano un piano per fuggire insieme: con la promessa di sposarlo dopo aver svolto un rito per il marito, creduto da tutti morto, Elena riesce a farsi fornire una nave dal re Teoclimeno, con la quale i due prenderanno il largo scatenando le ire di questi.
Elèttra: viene rappresentata la vendetta dei fratelli Oreste ed Elettra nei confronti di Egisto, colpevole dell'assassinio del loro padre Agamannone, e di Clitennestra, amante di Egisto e madre di Oreste ed Elettra. I due omicidi avverranno tramite l'inganno, quindi in modo vergognoso, tanto da scatenare le ire dei Dioscuri, Castore e Polluce.
Eracle: Lico, sfruttando l'assenza di Eracle impegnato nella dodicesima fatica, tenta di usurparne il trono di Tebe togliendo la vita a Megara ed Anfitrione, moglie e padre di Eracle, ed ai figli. Eracle giunge in tempo per uccidere Lico e salvare la sua famiglia, tuttavia Era, nemica giurata di Eracle, invia Iris, la sua messaggera, e Lissa, la personificazione della Rabbia, con lo scopo di far impazzire Eracle per costringerlo ad uccidere i suoi stessi figli e la moglie.
Gli Eràclidi: lo scontro tra Euristeo, fratello di Eracle e Demofonte, re di Atene presso il quale i figli di Eracle hanno trovato rifugio dalle persecuzioni di Euristeo. Un oracolo impone tuttavia il sacrificio di una nobile vergine per conseguire la vittoria a Demofonte. Macaria, una delle figlie di Eracle offre la propria vita per la vittoria dello scontro e la salvezza dei fratelli.
Ifigenía in Àulide: narra il tentativo di Agamennone di sacrificare la figlia Ifigenía alla dea Artemide affinché i venti tornino a spirare e la flotta possa proseguire il proprio viaggio verso Troia. Ifigenía arriva accompagnata dalla madre Clitennestra pensando di essere destinata in sposa ad Achille; scoperto l'inganno, le due donne si ribellano ed Achille nello scoprire che il suo nome era stato usato per un atto tanto infame, minaccia vendetta. Alla fine, Ifigenía comprendendo l'importanza della spedizione decide di sacrificarsi comunque e verrà salvata dalla dea Artemide la quale la fa scomparire inviando al suo posto una cerva.
Ifigenía in Tàuride: rappresenta l'incontro tra Ifigenía, scampata come vittima sacrificale da parte del padre Agamennone ora sacerdotessa al tempio di Artemide, ed il fratello Oreste, incaricato da Apollo di rubare una statua sacra di Artemide da portare ad Atene per essere liberato dal torm

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Tutte le Tragedie"

Tutte le Tragedie
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima