Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Vi aspettavo


pubblicato da Chiarelettere

Prezzo online:
11,20
16,00
-30 %
-30% Outlet del libro
16,00
-30% Outlet del libro
Disponibile in 4-5 giorni. la disponibilità è espressa in giorni lavorativi e fa riferimento ad un singolo pezzo
22 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App
Condividi
facebook tweet linkedin whatsapp
Condividi
facebook tweet linkedin whatsapp

Questo libro raccoglie le ultime parole di servitori dello Stato. Il testamento spirituale di magistrati, investigatori, uomini che hanno fatto politica, sacerdoti, giornalisti, avvocati, che per non aver mai arretrato nel loro compito, anche se avevano chiara la percezione dell'isolamento e della morte dietro l'angolo, sono stati uccisi. Il libro riporta documenti, spesso inediti, messi a disposizione dai familiari o depositati in archivi di organi istituzionali. Sono loro i nuovi partigiani della Repubblica italiana. Questo libro è anche un modo per rendergli onore lasciando a loro e solo a loro la parola. Prefazione di Gian Carlo Caselli.

Dettagli

Generi Politica e Società » Servizi sociali e Criminologia » Criminologia: Opere generali » Problemi e Processi sociali » Problemi sociali

Editore Chiarelettere

Collana Reverse

Formato Brossura

Pubblicato 08/05/2014

Pagine 381

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788861904996

Curatore A. Mascali

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Vi aspettavo roberto.dalmazzo

-

voto 5 su 5 Un libro terribilmente commovente che vi colpirà non come un pugno allo stomaco, ma come una gragnuola di pugni allo stomaco. Ne consiglierei la lettura nelle scuole. Dario Montana, fratello del commissario Beppe, avoca a se il diritto di chiamare EROI le persone come il fratello cadute servendo il Paese e non posso dargli torto. Spero mi perdonerà se tali li considero nel mio cuore, perché se definiamo eroi coloro che sotto la spinta del momento, della necessità estrema compiono un atto straordinario di sacrificio, di coraggio, di altruismo, come non possiamo definire eroe chi questi atti di sacrificio, altruismo coraggio li compie quotidianamente per periodi lunghissimi, e lo fa scientemente e non sotto la spinta emotiva, pur meritoria, Dio me ne guardi perché ci si può sempre voltare dall'altra parte, del momento?

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima