Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Oggi di Africa si parla un po tutte le salse. Eppure troppo spesso ci si concentra sui suoi problemi e tensioni, per lo più con analisi di esperti ed osservatori esterni. Oppure si punta a crearne uno `spettacolo mediatico sui generis, con le testate globali pronte ad affibbiare letichetta di `Twitter revolution
(o peggio) alle recenti sommosse popolari in Tunisia, Egitto e altri Paesi dellarea nordafricana e medio-orientale.
Raramente si dà invece voce diretta ai suoi cittadini, e ancor meno se ne riportano le iniziative locali tese a promuovere innovazione socio-economica e impegno politico di base che hanno parecchio da insegnare anche al mondo occidentale.
Eppure proprio lera della condivisione e della trasparenza innescata dalle tecnologie digitali sembra trovare impeto concreto in quellAfrica sub-sahariana in genere relegata al di sotto del radar dellattenzione mediatica e pubblica.
Un vuoto che questo ebook vuole contribuire a colmare presentando informazioni e testimonianze su diversi progetti per monitorare le elezioni, svelare le corruzioni governative, ridurre la violenza e altre iniziative locali coordinate dai cittadini e basate su semplici ma ingegnose soluzioni tecniche che integrano al meglio cellulari, Internet e partecipazione sul campo. In particolare, qui di seguito si illustrano le piattaforme collaborative dedicate al monitoraggio elettorale in Burundi e Kenya, quelle per la raccolta di SMS per la tutela dei minori in Benin, la creazione di database interattivi sui bilanci di governi e ONG africane, limpegno per la creazione di open data istituzionali in Kenya , fino a progetti sulla scarsità e la gestione dellacqua nelle zone rurali in Tanzania e alle inchieste per documentare i disboscamenti illegali e la corruzione diffusa in Madagascar.
Buona parte di questi progetti riguardano il Technology for Transparency Network, rete interdisciplinare che finora ha esaminato oltre 100 progetti e intervistato decine di operatori che utilizzano la tecnologia come strumento per accrescere trasparenza e accountability nel mondo. Come rivela la relazione finale inclusa poco sotto, lobiettivo centrale rimane quello di fornire una prima mappatura su scala globale delle tecnologie per favorire trasparenza e accountability (la responsabilità delle autorità di rispondere ai cittadini delle proprie azioni) in diversi Paesi. E mentre il sito web di Technology for Transparency Network resta aperto come punto dincontro per ampliare il dibattito e rilanciare analoghe iniziative diffuse, altri contenuti dellebook derivano invece dovuti al circuito di Global Voices Online e da altre fonti indipendenti. Nel complesso si tratta quindi di fornire un quadro più informato soprattutto rispetto allambito italiano non di rado tagliato fuori da certe discussioni sullimpatto di Internet e delle tecnologie condivise nei confronti di contesti sociali in attivo cambiamento, a partire proprio dai casi africani.
Una serie di informazioni che speriamo possano stimolare i comuni cittadini, come anche lambito istituzionale, lungo il percorso globale verso una maggiore compartecipazione reciproca nella gestione della res publica.

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Wired Africa"

Wired Africa
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima