Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il caso Aldrovandi. 2005-2015. I fatti, gli errori, le sentenze, gli altri morti
Il caso Aldrovandi. 2005-2015. I fatti, gli errori, le sentenze, gli altri morti

Il caso Aldrovandi. 2005-2015. I fatti, gli errori, le sentenze, gli altri morti

by Alessandro Chiarelli
pubblicato da Faust Edizioni

9,10
13,00
-30 %
13,00
Disponibilità immediata - meno di 3 pezzi a magazzino.
18 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Dopo un decennio di parole, libri, slogan e scontri, c'è ancora bisogno di parlare di Federico Aldrovandi, morto durante un intervento sbagliato di polizia? La risposta è sì. Più che mai. In questo saggio-inchiesta un funzionario della questura, che ha vissuto e studiato quei giorni, analizza con rigore e imparzialità i fattori concomitanti nel dramma: il gap tecnologico-addestrativo della Polizia di Stato italiana, l'abuso delle droghe nei giovani e l'illusione di controllarle, l'inerzia dei vertici ministeriali. Mentre altre morti avvenute in circostanze analoghe si sommavano negli anni, nessuno ha saputo dare risposte all'altezza della situazione. Cosa abbiamo imparato dal caso Aldrovandi? L'inaccettabile fine di questo ragazzo può essere l'inizio di un cambiamento, o rimarrà solo un'occasione perduta per tutti?

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Il caso Aldrovandi. 2005-2015. I fatti, gli errori, le sentenze, gli altri morti"

Il caso Aldrovandi. 2005-2015. I fatti, gli errori, le sentenze, gli altri morti
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima