Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Le conseguenze di una governance «malata» sul valore delle imprese. E se manager e membri del CDA non fossero persone perbene?
Le conseguenze di una governance «malata» sul valore delle imprese. E se manager e membri del CDA non fossero persone perbene?

Le conseguenze di una governance «malata» sul valore delle imprese. E se manager e membri del CDA non fossero persone perbene?

Maurizio La Rocca
pubblicato da Pearson Education Italia

Prezzo online:
15,20
16,00
-5 %
16,00
Disponibile.
30 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Il presente lavoro analizza gli effetti sulle performance aziendali di una governance "malata", a causa di manager e membri del CdA che adottano, troppo spesso, comportamenti disonesti o non-etici, sebbene giuridicamente leciti, oppure, in maniera più preoccupante, comportamenti illeciti e fraudolenti. Il presente contributo evidenzia come l'utilizzo nell'impresa di comportamenti illeciti o disonesti attiva un modus operandi che, in realtà, riduce la qualità e le competenze manageriali, su cui dovrebbe basarsi la continua ricerca di un vantaggio competitivo duraturo e sostenibile. Le imprese, in realtà, iniziano a perdere capacità competitiva quando per risolvere un problema gestionale ritengono opportuno, oltre che apparentemente più semplice e diretto, attivare amicizie, pagare tangenti e alterare la competizione sul mercato attraverso comportamenti scorretti, al limite della legalità se non addirittura illeciti. Imprese con un maggior numero di manager e membri del CdA coinvolti in attività corruttive mostrano una minore capacità di creare valore, ma anche minori performance finanziarie già negli anni più prossimi. Pertanto, non sono solo necessari meccanismi e strumenti esterni (ad esempio da parte del legislatore) che limitino la corruzione aziendale, ma deve essere l'impresa stessa, per il suo bene, in grado di eliminare "la gramigna dal proprio orto". Infatti, il messaggio importante di tale lavoro è che una governance "malata", porta a distruggere valore nel medio-lungo termine, ma comporta anche maggiori costi, rispetto ai presunti benefici, già nel breve.

Dettagli

Generi Economia Diritto e Lavoro » Management » Etica economica » Studi generali

Editore Pearson Education Italia

Collana Papers

Formato Brossura

Pubblicato 06/09/2018

Pagine 160

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788891908209

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Le conseguenze di una governance «malata» sul valore delle imprese. E se manager e membri del CDA non fossero persone perbene?"

Le conseguenze di una governance «malata» sul valore delle imprese. E se manager e membri del CDA non fossero persone perbene?
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima