Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La corretta manutenzione del maschio

Jacopo Fo
pubblicato da Guanda

Prezzo online:
11,40
12,00
-5 %
12,00
Disponibile.
23 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

La nostra recensione

Un libro che contiene delle vere perle di saggezza. Un titolo che la dice lunga. "La corretta Manutenzione del Maschio". In maniera molto semplice, Jacopo Fo riesce a spiegarci come e perché, uomo e donna, siano diversi. Fisicamente ed emotivamente. Alcuni esempi.
1) Il cervello della femmina è diverso da quello del maschio
Diverso. Ovvero come già diceva Talete "in natura il grande non è sempre sinonimo di maggiore". Ovvero come i maschi parlano per comunicare informazioni, le donne parlano per comunicare emozioni.
2) Le differenze potrebbero risultare divertenti, ma c'è qualche cosa che spinge all'odio
Come è cambiata la condizione della donna attraverso i secoli. Ovvero come si sia passati dall'augurare agli sposi "felicità, salute e figli maschi" a come si utilizzi per le coppie conviventi (eh, i tempi cambiano!) il celeberrimo titolo del film di Monicelli "speriamo che sia femmina".
3) I maschi sono più perversi (feticista a cinque anni)
Ovvero la metamorfosi in maschio guardone: da feticista di sandali a cultore della prima rivista per soli uomini, sbarcata in Italia nel 1963.
4) Corteggiamento e delirio: nascere femmine è già una professione, venire al mondo maschi è solo una iattura
Ovvero quando incontri la fanciulla della tua vita, sprechi parole e parole anziché darle il primo bacio (che tra l'altro lei insistentemente ti chiede), le dai finalmente questo bacio (che è il tuo "primo" bacio), ti senti un formicolio dappertutto, ti sembra durato mille anni (in realtà una decina di secondi scarsi) e alla fine lei ti dice "Frigidino eh? ". Mai fine al peggio.
6) Essere i dominatori non conviene
Ovvero quando lui si crede il maschio dominante!
8) Tattiche femminili disastrose: ti prego non farlo più!
Ovvero quando dopo l'ennesima litigata lei grida "vai via!", e lui, via, come una lepre! Ovvero della conquista del telecomando, ma del cuore ancora imbrigliato.
9) Parlare fa bene all'amore
Ovvero di quando tu, maschio, dici "no", intendendo proprio "no". Ovvero di quando la donna risponde "no", ma tu maschio non hai ancora capito che lei intende solo ed esclusivamente "sì". Dopo tue estenuanti, infinite e sudatissime insistenze. Che non ci sono. Mai!
12) Il tassista e la negazione della cultura dell'amore
Ovvero su come sia difficile pensare a coltivare l'amore quando le informazioni anatomiche ed emotive essenziali sono patrimonio di pochi privilegiati.
13) La corretta manutenzione del maschio
Ovvero la questione centrale attorno a cui tutto ruota.
Valeria Merlini

Dettagli

Generi Politica e Società » Donne » Questioni femminili , Famiglia Scuola e Università » Famiglia e Figli » Relazioni interpersonali

Editore Guanda

Collana Prosa contemporanea

Formato Brossura

Pubblicato 25/02/2009

Pagine 151

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788860882714

1 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
La corretta manutenzione del maschio

Anonimo - 31/03/2009 10:51

voto 0 su 5 1

Alla cortese attenzione del sig.Jacopo Fo Ho letto il suo,credo ultimo libro, ''corretta manutenzione del maschio'' trovandolo molto divertente e particolarmente adatto a una storia che sto vivendo attualmente. Io ho 52 anni, lui 56 , è un maschio decisamente interessante, per molti aspetti, colto, affettuoso e via dicendo. Spesso con la testa fra le nuvole e preso dai suoi pensieri., periodicamente con fasi depressive ecc.. Avrei aggiunto un ultimo capitoletto finale , riguardante la pulizia del maschio in genere. Non che lui sia sporco ,sarei gia scappata, mi sembra comunque soprattutto in questo genere di maschi definiamoli ''impegnati'' che appunto l'acqua e il sapone vengano un po' in secondo piano. Del tipo ''mi accetti cosi', io sono cosi', con i miei odori '' Un capitoletto cosi' come dire prendetevi cura di voi, lavatevi profumatevi, sarete sempre un po' meglio. Io non ho nulla contro di voi anzi mi piacete amo la vostra specie pur con i limiti descritti da lei Signor Fo. Mi piacete davvero, prendetevi un po' più cura di voi e sarete almeno al primo impatto piu' attraenti, le scoperte verranno poi. Un caro saluto Elisabetta Mocellini P.S. Non nego che mi farebbe molto piacere ricevere una sua risposta.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima