Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Cicciu di Gesuiti, al secolo Francesco Dibruno, vive a Tropea con la moglie Rosaria e i due figli, Simone e Annuccia. Per mantenere la famiglia si adatta a svolgere qualunque tipo di lavoro: dal pescatore al trasportatore, dal pescivendolo al bracciante agricolo. Non è facile e le difficoltà di "elemosinare" un lavoro sono, giorno dopo giorno, sempre maggiori. Cicciu, tuttavia, non si arrende, non se lo può neanche permettere; è fiducioso e continua a campare onestamente anche quando gli viene offerto un lavoro poco pulito. Un giorno gli viene prospettata la possibilità di lavorare per il Comune, in cambio del suo impegno verso un candidato alle prossime elezioni. Nonostante il preconcetto negativo nei confronti della politica, padre Cusmai, un monaco del vicino convento di Sant'Antonio che conosce i suoi problemi, lo convince a dare credito a questa possibilità. Bruno Cimino torna alla narrativa con un brillante racconto lungo, in dialetto tropeano e in italiano, dai tratti ironici e drammatici allo stesso tempo e ci regala uno spaccato sociologico interessantissimo di una Tropea che, sotto alcuni punti di vista, non esiste più.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi contemporanei

Editore Meligrana Giuseppe Editore

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 30/01/2017

Lingua Italiano

EAN-13 9788868152277

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "I cosi quandu si cuntunu parunu nenti - Le disgrazie, quando si raccontano, sembrano niente"

I cosi quandu si cuntunu parunu nenti - Le disgrazie, quando si raccontano, sembrano niente
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima