Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il sistema delle arti ha visto negli ultimi decenni, tanto nella ricerca artistica più sofisticata quanto nel mainstream e nei prodotti maggiormente `globalizzati' della società dello spettacolo, una riemergenza dell'aura delle origini, della macchina mitologica, del grande stile, perfino di quelle tecniche e strutture di senso - dalla formularità all'oralità secondaria - che da sempre contraddistinguono il modo epico.
Se già l'«epica moderna» di primo Novecento ci parlava di un reincantamento del mondo e di un superamento dei confini geostorici e delle frontiere tra i generi, occorre chiedersi che ne sia di tale dispositivo formale, in fondo ancora assolutizzante, dopo la cesura del secondo dopoguerra e l'entropia generatasi nell'estetica e nell'immaginario «dopo il moderno». Quale epos è possibile in uno spazio a una dimensione, già in sé totalizzato?

Francesco de Cristofaro insegna Letterature comparate all'Università di Napoli «Federico II». Autore di saggi di teoria e storia letteraria pubblicati in volume e in rivista, ha ottenuto il Premio Sapegno con il volume Zoo di romanzi. Balzac, Manzoni, Dickens e altri bestiari (Liguori, Napoli 2002). Ha recentemente diretto un'edizione commentata dei Promessi sposi (Rizzoli, Milano 2014) e curato Letterature comparate (Carocci, Roma 20163) e Il borghese fa il mondo (Donzelli, Roma 2017). Coordina con Giancarlo Alfano l'opera Il romanzo in Italia.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Storia e Critica letteraria » Letteratura, storia e critica

Editore Pacini

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 03/10/2017

Lingua Italiano

EAN-13 9788869952647

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "L'epica dopo il moderno (1945-2015)"

L
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima