Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

I giardini delle muse. Il patrimonio culturale ed ambientale in Italia dalla Costituente all'istituzione del Ministero (1946-1975)
I giardini delle muse. Il patrimonio culturale ed ambientale in Italia dalla Costituente all'istituzione del Ministero (1946-1975)

I giardini delle muse. Il patrimonio culturale ed ambientale in Italia dalla Costituente all'istituzione del Ministero (1946-1975)

by Andrea Ragusa
pubblicato da Franco Angeli

52,00
Disponibile.
104 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

All'indomani della fine del secondo conflitto mondiale, nel paesaggio europeo devastato dai bombardamenti aerei e dalla mostruosa potenza delle armi impiegate, anche il patrimonio culturale rappresentò un aspetto centrale della ricostruzione. Con il decollo del nuovo ciclo espansivo apertosi a metà degli anni Cinquanta, nuove e più complesse prospettive legarono la gestione del patrimonio culturale ed ambientale alla costruzione degli apparati di tutela e di sicurezza sociale. Il patrimonio culturale ed ambientale, riconosciuto come oggetto di un diritto fondamentale al godimento della bellezza e del sapere da tutte le costituzioni europee, divenne elemento fondamentale di questo nuovo sistema. Il libro offre di questa vicenda una ricostruzione ampia e specificamente dedicata al caso italiano. Dal lento e controverso avvio all'interno dei lavori dell'Assemblea Costituente, dove la tutela fu riconosciuta come principio fondamentale di un nuovo Stato che gettava le basi della propria architettura sociale, attraverso le prime leggi approvate per singole questioni, fino ai momenti di elaborazione ed analisi complessiva venuti tra la metà degli anni Cinquanta e la metà dei Sessanta con l'istituzione di alcune importanti Commissioni d'inchiesta, lo stato del patrimonio culturale italiano emerge da queste pagine nella sua sempre più precisa e meglio definita identità concettuale, e nelle sue connotazioni fattuali.

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "I giardini delle muse. Il patrimonio culturale ed ambientale in Italia dalla Costituente all'istituzione del Ministero (1946-1975)"

I giardini delle muse. Il patrimonio culturale ed ambientale in Italia dalla Costituente all
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima