Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il grande racconto delle crociate
Il grande racconto delle crociate

Il grande racconto delle crociate

by Franco Cardini - Antonio Musarra
pubblicato da Il Mulino

Prezzo online:
48,00
Disponibile.
96 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

All'inizio ci sono i pellegrini, i crucesignati diretti a Gerusalemme che recano cucita o ricamata sulla spalla, sul petto, o sulla bisaccia, una croce. La crociata è stata iter, peregrinatio, passagium: spedizione militare, viaggio religioso, itinerario marittimo. Se ai tempi della prima spedizione (1096-99) la volontà di liberare dall'occupazione musulmana le terre in cui era vissuto Gesù si accompagnò a un grande fervore religioso, in seguito altri fattori decisivi motivarono le campagne militari in Terrasanta. Per le repubbliche marinare, la possibilità di ottenere il controllo strategico di rotte e porti mediterranei; per il papato, di aumentare il proprio prestigio; per i sovrani laici, di liberarsi di folle insofferenti e aristocratici riottosi; senza contare il desiderio di avventura, molto sentito nella società feudale, e il richiamo dei tesori d'oriente. Fede, interesse economico, attrazione per l'ignoto spingono dunque l'Europa cristiana in Oltremare. Più tardi la crociata diventerà lotta all'eresia, strumento di controllo politico, atto di difesa dell'antemurale balcanico e mediterraneo-orientale contro le offensive ottomane, custodia maris contro i corsari barbareschi, impegno di cristianizzazione del Nuovo Mondo. Un potente affresco che tesse in un'ampia narrazione una storia della crociata che, come idea e fatto, giunge fino ai giorni nostri.

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Storia dell'Asia » Storia dell'Europa » Storia militare , Politica e Società » Guerra e difesa

Editore Il Mulino

Collana Grandi illustrati

Formato Rilegato

Pubblicato 07/11/2019

Pagine 522

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788815285232

3 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
3
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Il grande racconto delle crociate solisoleliveit

GIOVANNI FONTANA - 18/12/2019 22:32

voto 5 su 5 5

Libro magnificamente raccontato, minuzioso, preciso, completo e ben illustrato.

Il grande racconto delle crociate solisoleliveit

GIOVANNI FONTANA - 14/12/2019 22:08

voto 5 su 5 5

Introduzione e Primo Capitolo letti - riga per riga - per l'infinita' di concetti descritti, tantissimi di fior di conio. Se davvero si vuole leggere questa magnifica, esauriente e balcanica opera che degnamente definirei la Treccani sulle Crociate, occorre fare così. Prima occorre preparare il lettore - non sempre al corrente di tutto - del perimetro e del contenuto generale entro il quale si svolgerà la storia, se no si corre il rischio che la lettura delle epoche storiche diventi qualcosa di consecutivo e non conseguente. D'un balzo dal secondo al quarto capitolo la lettura diventa sempre più veloce al seguito delle veloci trasformazioni politiche in Terrasanta, con un accento particolare alle Desiderata di Genova, fulcro di ogni possibile impresa oltremare, tra meriti, pochi se rapportati allo scopo di ricristianizzare, con la violenza, terre abitate quasi esclusivamente da arabi mussulmani infastiditi, ma non per questo ostili, inizialmente, ai nuovi arrivati che, molto spesso, ne diventeranno complici in mal'affari di ogni genere. Ricordiamo terre strappate, da tempo, al culto ebraico di Jahve, più propriamente legittimo rispetto a quello di Cristo di esportazione-importazione, a seconda del grandangolo utilizzato per vedere una Buona (?) Novella (?) dai primi respinta, dai secondi imposta. I Cristiani d'Occidente - non quelli d'Oriente già presenti con piccole comunità religiose e non interessati al controllo diretto sul territorio con entità statali - erano solo intenzionati ad assoggettare queste terre dai nomi altisonanti a Principi, sempre d'Occidente, in cerca di corone da cingere. Stati feudali autoproclamatisi indipendenti senza nessuna legittimazione da parte di imperatori o papi, difesi da Ordini Religiosi composti da cavalieri guerrieri pronti a uccidere in nome di Dio..........

Il grande racconto delle crociate solisoleliveit

GIOVANNI FONTANA - 08/12/2019 12:40

voto 5 su 5 5

Sprofondare nella Conoscenza da' sempre nuova luce alla mente. Introduzione e Primo Capitolo letti - riga per riga - per l'infinita' di concetti descritti, tantissimi di fior di conio. Se davvero si vuole leggere questa magnifica, esauriente e balcanica opera che degnamente definirei la Treccani sulle Crociate, occorre fare così. Prima occorre preparare il lettore - non sempre al corrente di tutto - del perimetro e del contenuto generale entro il quale si svolgerà la storia, se no si corre il rischio che la lettura delle epoche storiche diventi qualcosa di consecutivo e non conseguente. D'un balzo dal secondo al quarto capitolo la lettura diventa sempre più veloce al seguito delle veloci trasformazioni politiche in Terrasanta, con un accento particolare alle Desiderata di Genova, fulcro di ogni possibile impresa oltremare, tra meriti, pochi se rapportati allo scopo di ricristianizzare, con la violenza, terre abitate quasi esclusivamente da arabi mussulmani infastiditi, ma non per questo ostili, inizialmente, ai nuovi arrivati che, molto spesso, ne diventeranno complici in mal'affari di ogni genere. Ricordiamo terre strappate, da tempo, al culto ebraico di Jahve, più propriamente legittimo rispetto a quello di Cristo di esportazione-importazione, a seconda del grandangolo utilizzato per vedere una Buona (?) Novella (?) dai primi respinta, dai secondi imposta. I Cristiani d'Occidente - non quelli d'Oriente già presenti con piccole comunità religiose e non interessati al controllo diretto sul territorio con entità statali - erano solo intenzionati ad assoggettare queste terre dai nomi altisonanti a Principi, sempre d'Occidente, in cerca di corone da cingere. Stati feudali autoproclamatisi indipendenti senza nessuna legittimazione da parte di imperatori o papi, difesi da Ordini Religiosi composti da cavalieri guerrieri pronti a uccidere in nome di Dio..........

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima