Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1.

Scott Lynch
pubblicato da Mondadori

Prezzo online:
17,10
18,00
-5 %
18,00
Disponibilità immediata. la disponibilità è espressa in giorni lavorativi e fa riferimento ad un singolo pezzo
34 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App
Condividi
facebook tweet linkedin whatsapp
Condividi
facebook tweet linkedin whatsapp

Nella misteriosa città di Camorr un orfano ha vita dura, e spesso breve. Ma il giovane Locke Lamora riesce a eludere la morte e a non farsi catturare come schiavo, fino a diventare un furfante provetto sotto la tutela del Forgialadri, un talentuoso artista della truffa. A capo della banda di fratelli dalle dita leste, noti come Bastardi Galantuomini, Locke diventa presto celebre, e si fa beffe persino del più temuto re della malavita. Ma tra le ombre si annida qualcuno di ancora più ambizioso e micidiale. Di fronte a un sanguinoso colpo di stato che minaccia di distruggere qualunque persona o cosa che abbia un senso nella sua esistenza, Locke giura di sconfiggere il nemico al suo stesso gioco crudele. Costi quel che costi.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Fantasy , Fantasy Horror e Gothic » Fantasy

Editore Mondadori

Collana Oscar fantastica

Formato Tascabile

Pubblicato 01/12/2020

Pagine 612

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804736189

Traduttore A. Martini

10 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
7
4 star
3
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. l4aura

-

voto 5 su 5 Ringrazio la Oscar Vaul per l'edizione digitale che poi ho acuistato Che dire un fantasy pazzesco, avvincente, crudo, ben scritto anzi superbamente e magnificamente. Lo stile di scrittura di Scott Lynch riesce a trasportarti e a immergerti nel mondo di Camorr, nelle vie della città che a mio parere ricorda tanto la magnifica città di Venezia. Per quanto riguarda il worldbuilding è a dir poco pazzesco, ben strutturato e ben organizzato in poche parole estremamente ricco di elementi ancora da approfondire. I personaggi sono molto ben costruiti e caratterizzati, Locke, il protagonista, è un ladro molto astuto, trasformista, ingegnoso ed elegante, tanto da ricordare il famoso Lupin. Il Re Grigio è un fantastico antagonista, crudele, vendicativo e ben delineato. Il resto dei personaggi mi sono piaciuti, spero in un maggior approfondimento di Locke Lamora nei prossimi libri poiché ritengo che non sia stato esplorato al 100%. Non vedo l'ora di continuare la serie.
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. l4aura

-

voto 5 su 5 Che dire un fantasy pazzesco, avvincente, crudo, ben scritto anzi superbamente e magnificamente. Lo stile di scrittura di Scott Lynch riesce a trasportarti e a immergerti nel mondo di Camorr, nelle vie della città che a mio parere ricorda tanto la magnifica città di Venezia. Per quanto riguarda il worldbuilding è a dir poco pazzesco, ben strutturato e ben organizzato in poche parole estremamente ricco di elementi ancora da approfondire. I personaggi sono molto ben costruiti e caratterizzati, Locke, il protagonista, è un ladro molto astuto, trasformista, ingegnoso ed elegante, tanto da ricordare il famoso Lupin. Il Re Grigio è un fantastico antagonista, crudele, vendicativo e ben delineato. Il resto dei personaggi mi sono piaciuti, spero in un maggior approfondimento di Locke Lamora nei prossimi libri poiché ritengo che non sia stato esplorato al 100%. Non vedo l'ora di continuare la serie.
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. silvana.s31

-

voto 4 su 5 Quando ho iniziato Gli inganni di Locke Lamora non mi aspettavo tutto questo, anche perché ha un inizio molto lento, in cui ho preferito di gran lunga i momenti di flashback a quelli in cui la storia cominciava a piantare i suoi primi paletti. Per tutta una prima parte si oscilla tra ciò che è e ciò che è stato per ritrovarti tra le mani uno dei personaggi più geniali di cui abbia mai letto. Locke non è un ladruncolo qualsiasi, uno dei tanti giusti di Camorr, no Locke è talento ed estro allo stato puro, è dotato di un intelligenza e un'arguzia sopraffina, a lui non serve un piano definito in ogni minimo dettaglio, a lui basta una trama di fondo e tutta la libertà di improvvisazione possibile e perfino seduto "a non far niente" sul sagrato di Perelandro mentre raccoglie le elemosine dei fedeli è capace di tirar su un evento senza pari. Locke non fa mai nulla di banale anche nelle azioni più semplici , lui stesso è tutto fuorché banale è un vulcano in perenne attività. Così in una Camorr che sa di Venezia vediamo Locke "nascere" (se lo leggerete capirete le virgolette), crescere, mettere a soqquadro la città e rischiare di sovvertire l'ordine delle cose già molti anni prima che la città stessa si renda conto di colui con cui ha a che fare. Essere orfano, reietto, venduto, garrista dei Bastardi Gentiluomini, consacrato al 13esimo e la Spina di Camorr. Sotto la tutela di Padre Catena e crescendo con la compagnia di Caio, Galdo, Sabetha e Jean, daranno il la al piano più ingegnoso a cui potessero pensare, tra sotterfugi, doppi giochi, lezioni di storia e di cucina riusciranno a far della città il loro regno a sua insaputa, fino a che gli equilibri non saranno sconvolti e si ritroveranno loro malgrado invischiati in qualcosa più grande di loro. Gli inganni di Locke Lamora è un fantasy che non è solo fantasia, è un romanzo di avventura, di sacrificio, di perdita, di amicizia. È un romanzo che sa divertirti, sa coinvolgerti, sa farti piangere, è un romanzo in cui anche il più piccolo conta e non quanto tu sia piccolo. È un viaggio che ho appena iniziato e che ho tutta l'intenzione di continuare.
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. silvana.s31

-

voto 4 su 5 Quando ho iniziato Gli inganni di Locke Lamora non mi aspettavo tutto questo, anche perché ha un inizio molto lento, in cui ho preferito di gran lunga i momenti di flashback a quelli in cui la storia cominciava a piantare i suoi primi paletti. Per tutta una prima parte si oscilla tra ciò che è e ciò che è stato per ritrovarti tra le mani uno dei personaggi più geniali di cui abbia mai letto. Locke non è un ladruncolo qualsiasi, uno dei tanti giusti di Camorr, no Locke è talento ed estro allo stato puro, è dotato di un intelligenza e un'arguzia sopraffina, a lui non serve un piano definito in ogni minimo dettaglio, a lui basta una trama di fondo e tutta la libertà di improvvisazione possibile e perfino seduto "a non far niente" sul sagrato di Perelandro mentre raccoglie le elemosine dei fedeli è capace di tirar su un evento senza pari. Locke non fa mai nulla di banale anche nelle azioni più semplici , lui stesso è tutto fuorché banale è un vulcano in perenne attività. Così in una Camorr che sa di Venezia vediamo Locke "nascere" (se lo leggerete capirete le virgolette), crescere, mettere a soqquadro la città e rischiare di sovvertire l'ordine delle cose già molti anni prima che la città stessa si renda conto di colui con cui ha a che fare. Essere orfano, reietto, venduto, garrista dei Bastardi Gentiluomini, consacrato al 13esimo e la Spina di Camorr. Sotto la tutela di Padre Catena e crescendo con la compagnia di Caio, Galdo, Sabetha e Jean, daranno il la al piano più ingegnoso a cui potessero pensare, tra sotterfugi, doppi giochi, lezioni di storia e di cucina riusciranno a far della città il loro regno a sua insaputa, fino a che gli equilibri non saranno sconvolti e si ritroveranno loro malgrado invischiati in qualcosa più grande di loro. Gli inganni di Locke Lamora è un fantasy che non è solo fantasia, è un romanzo di avventura, di sacrificio, di perdita, di amicizia. È un romanzo che sa divertirti, sa coinvolgerti, sa farti piangere, è un romanzo in cui anche il più piccolo conta e non quanto tu sia piccolo. È un viaggio che ho appena iniziato e che ho tutta l'intenzione di continuare.
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. heyitsariadne

-

voto 4 su 5 Mi sono addentrata nella lettura di questo libro con delle aspettative appena abbozzate, senza troppe pretese, ma comunque con un certo impegno. Non mi aspettavo però di trovare davanti ai miei occhi una figura come quella dello scaltro criminale Locke Lamora, e di lasciarmi coinvolgere così tanto da lui nelle sue imprese a Camorr. Sullo sfondo di unambientazione cupa, violenta e cruda, ci addentriamo in questo dedalo fittamente intessuto di azione e dinganni, e vediamo le vite dei Bastardi Galantuomini Locke, Jean, Calo, Galdo e Cimice intrecciarsi a quella del potente Capa Barsavi e del suo acerrimo nemico, il misterioso Re Grigio, che si muove fra le ombre di Camorr, quasi invisibile eppure onnipresente, assetato di vendetta e disposto a tutto ma veramente a tutto pur di ottenere ciò che vuole. Egli non sa però di dover fare i conti con il nostro Locke Lamora, che non si farà fermare dalla propria corporatura minuta o dalle sue carenze nel combattimento, puntando piuttosto sulla migliore arma di cui dispone: la sua mente. I personaggi sono appena caratterizzati, non arriviamo ancora a conoscerli in profondità, ma forse proprio per questo si inseriscono perfettamente nella trama e funzionano. Anche le figure a malapena citate nella storia sono riuscite a solleticare le corde della mia curiosità, forse al pari di alcuni tra i più presenti, e mi hanno lasciata con la speranza di incontrarli nei libri successivi (sì, Sabetha, parlo di te). E soprattutto, non vedo lora di leggere di più sul duo Locke-Jean: questi due, insieme, mi hanno fatto perdere la testa! Quando lho cominciato, non mi sarei aspettata di apprezzare questo libro a tal punto; mi ha regalato emozioni e sensazioni insolite, lontane da quelle a cui sono stata abituata dalle mie ultime letture, ma forse è proprio questo il motivo per cui mi ha presa così tanto. La scrittura di Lynch mi ha pienamente catturata ed è stata una delle cose che più ho amato nel romanzo: senza le sue atmosfere evocative e le sue descrizioni ardenti, vive e concrete, questa storia non avrebbe avuto lo stesso effetto su di me. Il linguaggio rozzo e (molto) scurrile dei criminali, dominante in tutta lopera, si fa dare il cambio occasionalmente da quello più limato e composto degli ambienti nobiliari, giocando abilmente con i contrasti tra le personalità che popolano il mondo costruito dallautore. Il mio consiglio? Date una possibilità a Locke Lamora e ai Bastardi Galantuomini. Potreste rimanere sorpresi dalla facilità con cui questo mondo così vasto, originale e fantastico vi aprirà le sue porte e ve ne renderà parte.
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. katiafrap

-

voto 5 su 5 Ritmo incalzante, storia appassionante, personaggi accattivanti e soprattutto non si possono staccare gli occhi dalle pagine. Con il fiato sospeso fino alla fine in un tumulto di emozioni. Un libro davventura incorniciato dal fantasy con parole nuove di zecca che penso abbiano reso correttamente il senso originale. Il linguaggio è scorrevole e corretto, la traduzione pulita e accurata. Mi sarebbe piaciuta una mappa più dettagliata per seguire meglio i movimenti, ma non è fondamentale per capire lintreccio che è ricco di colpi di scena. È letteralmente impossibile annoiarsi e non restare sorpresi di fronte alle capacità dellautore.
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. mitica_ina

-

voto 5 su 5 Parto col dire che il libro mi è piaciuto moltissimo! Ammetto per le prime 200 pagine di aver fatto una notevole fatica a progredire col libro, complici descrizioni decisamente lunghe e minuziose, anche se grazie ad esse ora so come si prepara un perfetto cocktail in stile Camorrano. Il libro ci catapulta senza tanti fronzoli in un mondo vasto e complesso senza darci alcun tipo di mappa (nota per i nerd, mi sono sentita scagliata in un Dark Souls praticamente). Gli inganni di Locke Lamora è ambientato nella città di Camorr, molto simile a Venezia, con decisamente più criminalità e bande armate. La parte più di rilievo del libro sono i personaggi e gli inganni messi in atto dai Bastardi Galantuomini, che vi porteranno a stare in cima a un castello di carte, con la certezza matematica che qualcuno stia per sbattere fortissimo una porta, e quando quella fottutissima porta sbatterà.no spoiler, leggete il libro! Il libro mi ha ricordato per molti versi Sei di Corvi di Leigh Bardugo, per ambientazione, rapporti di amicizia tra personaggi e raggiri, con un pizzico di violenza in più, che non guasta mai. Un consiglio spassionato, non affezionatevi a nessun personaggio. Piccola postilla finale, finalmente abbiamo un libro dove succede letteralmente DI TUTTO e non è presente il deus ex machina, grazie Scott Lynch, grazie. Uniche note dolenti, bevono la birra calda o tiepida, (ma siamo pazzi?) e forse avrei tolto 100 pagine buone di descrizioni.
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. samantha.brognoli

-

voto 5 su 5 Tra violenza, colpi di scena e umorismo. Un Fantasy ambientato in una simil Venezia rinascimentale. Locke è un ragazzo irrequieto che verrà addestrato per diventare un furfante con i fiocchi dopo essere stato comprato da Padre Catena. Un libro molto scorrevole, nonostante i "salti" tra passato e futuro, che vi terrà incollati fino all'ultima pagina.
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. katiafrap

-

voto 5 su 5 Darei altre cinque stelle in più se potessi. Il ritmo è incalzante, la storia appassionante, i personaggi accattivanti e soprattutto non si possono staccare gli occhi dalle pagine. Con il fiato sospeso fino alla fine per partecipare allavventura più emozionante che abbia letto in tempi recenti, per quanto riguarda la narrativa contemporanea ovviamente. La difficoltà iniziale di memorizzare una lunga serie di nomi e luoghi scivola via con il graduale evolversi ella trama. Sono andata avanti facendo pratica con le parole poco familiari che spero abbiano reso correttamente il senso in una lingua diversa dalloriginale. Linguaggio scorrevole e corretto, una traduzione pulita e accurata. Sarebbe stato interessante avere una mappa più dettagliata per seguire meglio i movimenti, ma non è fondamentalmente per capire lintreccio ricco di colpi di scena. È impossibile annoiarsi e non restare sorpresi di fronte alle capacità dellautore.
Gli inganni di Locke Lamora. The Gentleman Bastard sequence. 1. samantha.brognoli

-

voto 5 su 5 Questo libro mi è piaciuto molto con la sua ambientazione tra il fantasy e lo storico, anche se di solito non amo molto il salto da presente a passato l'autore è riuscito a renderlo interessante unendo bene avvenimenti del presente a quelli del passato. Locke Lamora è un bambino irrequieto quando conosce il Forgialadri, maestro di furti. Causando parecchi guai viene poi venduto a Padre Catena che vede il suo enorme potenziale e lo addestrerà per diventare un vero e proprio ingannatore. Non mancano scende forti e violente ma alternate a momenti e battute divertenti.
Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima