Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

I leoni di Sicilia. La saga dei Florio

by stefania Auci
pubblicato da Nord

Prezzo online:
17,10
18,00
-5 %
18,00
Disponibile.
34 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione... E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri - il marsala - viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno - sott'olio e in lattina - ne rilancia il consumo in tutta Europa... In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l'espansione dei Florio, ma l'orgoglio si stempera nell'invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», «facchini» il cui «sangue puzza di sudore». Non sa, Palermo, che proprio un bruciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell'ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male la loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili e - sebbene non lo possano ammettere - hanno bisogno di avere accanto donne altrettanto eccezionali: come Giuseppina, la moglie di Paolo, che sacrifica tutto - compreso l'amore - per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Romanzi storici , Romanzi e Letterature » Narrativa d'ambientazione storica

Editore Nord

Collana Narrativa Nord

Formato Brossura

Pubblicato 06/05/2019

Pagine 437

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788842931539

3 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
2
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
I leoni di Sicilia. La saga dei Florio giuliogranata

Giulio Granata - 08/04/2020 20:10

voto 5 su 5 5

Bello, bellissimo.

I leoni di Sicilia. La saga dei Florio silvia.panzeri12

Silvia Panzeri - 01/11/2019 20:00

voto 5 su 5 5

E si un bel libro, si legge tutto d'un fiato, letto al sole di Lampedusa. La famiglia Florio originaria di Bagnara Calabra, dopo il terremoto decide di partire ed andare a vivere a Palermo. Paolo è un uomo ambizioso, impulsivo e commercia spezie con il fratello Ignazio ed il cognato Paolo Barbato. A partire per Palermo sono Paolo con la moglie Giuseppina, una moglie non scelta che ama la sua terra e non accetterà mai di venire strappata dalle sue radici, con loro il piccolo Vincenzo e la nipote Vittoria già orfana di entrambi i genitori. Insieme a loro parte Ignazio, un uomo dolce che riesce a tenere unita la famiglia. Ambientarsi a Palermo è difficile perché la casa è davvero messa in pessime condizioni e anche la bottega "l'aromateria" non è tenuta bene. I fratelli Florio seppur con difficoltà iniziano ad essere apprezzati dal popolo anche se non sono farmacisti. I Florio iniziano così la scalata al potere, commerciano spezie in tutta Italia e nel mondo, e non si fermano solo a questo commercio alle spezie, allo zolfo, alla seta, con Ignazio e successivamente con Vincenzo, iniziano a coltivare l'uva per fare il Marsala, acquistano tonnare, comprano case, affittano magazzini. Diventano ricchi e possono permettersi la servitù, pur essendo ricchi resteranno sempre dei facchini e non potranno mai avere titoli nobiliari. Un romanzo che va dal 1799 al 1868, non solo narra delle vicende di vita, d'amore dei personaggi di casa Florio, ma della storia e della vita a Palermo e in Italia, fra l'occupazione Borbonica e successivamente dei Savoia, passando per i mille e Garibaldi, con i vari moti rivoluzionari. Consigliatissimo, come non amare la milanese Giulia Portalupi, una donna tenace e con un gran cuore, la donna di Vincenzo, mamma di Giuseppina, Angelina e Ignazio.

I leoni di Sicilia. La saga dei Florio librisenzagloria

Libri Senza Gloria Blog Pop Nerd - 10/08/2019 15:03

voto 4 su 5 4

Il libro rivelazione dellanno è stato pubblicato da Editrice Nord e si chiama I leoni di Sicilia. In copertina campeggia Ritratto di signora con due adolescenti di Vittorio Matteo Corcos (un po fuori tempo rispetto al periodo descritto). La signora nellillustrazione si fa metafora della Sicilia mentre ladolescente che le parla è uno dei due giovani Florio sbarcati sulle sue coste. Dalla Sicilia, e in specie da Palermo, prende piede lascesa di questa famiglia il cui destino si intreccerà con quello del Sud Italia e, come nei migliori racconti della tradizione, toccando i toni dellepica. Il romanzo è diviso in diverse sezioni. Di volta in volta una merce differente dà il titolo a ciascuna sezione, invariabilmente introdotta da proverbi siciliani scritti in dialetto con tanto di traduzione. Ogni merce è scelta per il valore e per il protagonismo che ha avuto nel decennio/ventennio di riferimento; ogni merce è quindi correttamente posizionata ai fini della scalata al potere della famiglia Florio, evidentemente sempre in anticipo sui tempi piuttosto che al passo. 16 ottobre 1799, a questa data la scrittrice trapanese Stefania Auci fa risalire la Genesi dei Florio. Data del terremoto che ha segnato la fine della loro vecchia vita e linizio di quella nuova. Un nuovo inizio che, come tutte le cose belle, ha luogo con un viaggio per mare. La breve odissea dei fratelli Florio, ovvero Paolo (il maggiore) e Ignazio (il piccolo), li vede abbandonare la nativa Bagnara Calabra per approdare a Palermo, dove gestiscono insieme al cognato Pietro Barbaro (ha preso in sposa Mattia, la sorella dei Florio) un magazzino ridottosi a catapecchia impolverata. Romanzo lungo e allo stesso tempo breve, un passato raccontato e vissuto sempre al presente grazie a una documentazione ineccepibile e a un realismo che prende il meglio dai Malavoglia di Verga e fa a meno di orpelli retorici. Quello che emerge è un dipinto perizioso. Laddove lautrice, nome nuovo ma penna matura, tradisce la verità storica è per il bene della finzione che mai, però, ci allontana dalla realtà dei fatti come invece avviene nei romanzi storici doltreoceano...

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima