Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L' omelia, evento comunicativo. In cerca di tratti francescani

Ugo Sartorio
pubblicato da Edizioni Messaggero Padova

Prezzo online:
6,65

Oggi l'omelia è un messaggio a rischio, un discorso pubblico che perde consensi. Fare la morale oltre che perdente è antievangelico, e la sola dottrina non è in grado di nutrire la vita cristiana. Il contesto fortemente mediatizzato, poi, ci ha resi uditori insieme distratti e raffinati, soggetti a una vera e propria mutazione antropologica: comunicare è prima di tutto incontro (essere-con) e scambio. Papa Francesco, nella Evangelii gaudium, scrive: «Rinnoviamo la nostra fiducia nella predicazione, che si fonda sulla convinzione che è Dio che desidera raggiungere gli altri attraverso il predicatore» (n. 136). Un invito a chiarire il «come» e soprattutto il «Chi» dell'omelia. E per i francescani a chiedersi che cosa significhi oggi «annunciare ai fedeli i vizi e le virtù, la pena e la gloria con brevità di discorso» (Regola bollata IX). Una Chiesa in uscita non può non ripensare il proprio linguaggio e stile comunicativo. PREFAZIONEdi Paolo Martinelli L'omelia, la Parola, la carne Il libro di padre Ugo Sartorio è davvero utile a comprendere il senso dell'omelia e ad affrontare con intelligenza pastorale le difficoltà che oggi possono incontrare coloro che per ministero sono chiamati a predicare e ad annunciare la parola del Signore. Il suo testo, assai piacevole alla lettura, offre anche riflessioni interessanti riguardo alla sensibilità proveniente dall'esperienza spirituale francescana circa il modo di predicare. Molto opportunamente si propongono considerazioni concrete circa la difficoltà del nostro tempo riguardo ad alcuni temi specifici delle omelie. Il rapido, radicale, cambiamento in atto dal punto di vista culturale, sociale e antropologico, che ha portato al prevalere di un accomodante appiattimento sull'immediato, ci costringe a ripensare profondamente taluni temi classici della predicazione, come ad esempio quello dei «novissimi» e dell'«escatologico». Questo prezioso volume si riferisce in modo interessante anche alla preoccupazione pastorale degli ultimi sommi pontefici a questo proposito. San Giovanni Paolo II, papa Benedetto XVI e ora papa Francesco si sono espressi lungamente intorno al tema della omelia, considerandolo momento fondamentale, sia dal punto di vista liturgico che pastorale. Soprattutto il notevole spazio dedicato da papa Francesco nella sua esortazione apostolica Evangelii gaudium a questo proposito è una chiara testimonianza dell'importanza dell'ufficio di predicazione nella chiesa. Nel leggere le pagine di padre Ugo Sartorio, mi ha colpito soprattutto l'idea fondamentale espressa già nel titolo, in cui si parla dell'omelia come evento comunicativo. In effetti questa espressione connette la predicazione stessa alla natura del cristianesimo, il quale nel suo inizio - come ricordano papa Benedetto e papa Francesco - non è «una decisione etica o una grande idea, bensì l'incontro con un avvenimento, con una Persona, che dà alla vita un nuovo orizzonte e con ciò la direzione decisiva» (Deus caritas est, 1; Evangelii gaudium, 7). L'omelia è evento comunicativo perché il cristianesimo stesso è un fatto che accade nel tempo e nello spazio. Essa è efficace, innanzitutto, non perché retoricamente perfetta, ma se fa eco al carattere di evento del cristianesimo stesso; ossia se indica la presenza amorosa di Cristo che riaccade ora nella nostra vita personale e comunitaria. Questo carattere specifico della predicazione cristiana ha una sua potente verifica nel fatto che l'omelia è riferita liturgicamente alla parola di Dio in quanto proclamata all'interno della celebrazione eucaristica, mostrando così l'intrinseco legame tra Sacra Scrittura e sacramento. Ciò risulta essere in realtà paradigmatico per ogni autentico accostamento alle Sacre Scritture. Ogni approccio a esse dovrebbe sempre partire dal fatto che questa Parola è innanzitutto celebrata, poiché è espressione del Dio-che-parla (Origene) qui e ora. Giustamente Benedetto XVI ha ricordato quanto sia necessario che «l'omelia ponga la Parola di Dio pr

Dettagli

Generi Religioni e Spiritualità » Fede, politica e società » Religione, argomenti generali

Editore Edizioni Messaggero Padova

Formato Ebook con Adobe DRM

Pubblicato 05/05/2021

Lingua Italiano

EAN-13 9788825039511

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "L' omelia, evento comunicativo. In cerca di tratti francescani"

L
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima