Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il paradiso. E paradis. Libera traduzione della terza cantica dantesca in dialetto romagnolo del contado meldolese. «Cun Dant scorend e' rumagnòl zintil»
Il paradiso. E paradis. Libera traduzione della terza cantica dantesca in dialetto romagnolo del contado meldolese. «Cun Dant scorend e' rumagnòl zintil»

Il paradiso. E paradis. Libera traduzione della terza cantica dantesca in dialetto romagnolo del contado meldolese. «Cun Dant scorend e' rumagnòl zintil»

by Gainfranco Bendi
pubblicato da Risguardi

12,60
14,00
-10 %
14,00
Disponibile.
25 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

"Se è difficile la lettura del "Paradiso" immaginate quanto sia ancora più arduo farne la traduzione in romagnolo! Non saprei proprio se Dante redivivo mi inviterebbe a 'rivedere i miei liti' data la mia scarsa competenza teologica, oppure mi permetterebbe di 'mettereper l'alto sale' il mio naviglio seguendo il suo solco per l'amore che porto alla sua opera. Ad ulteriore conferma del famoso aforisma di sant'Agostino, dopo 'L'Inféran' e 'E' Purgatòri' eccomi qua con la traduzione in romagnolo della terza cantica. Il tempo è passato ed i pochi capelli sono ormai imbiancati, ma l'amore per Dante e per il nostro dialetto non è scemato, anzi si è rafforzato col tempo. Nel 'Paradiso' son mutati scenario, atmosfera e lo stile della poesia di Dante e di pari passo quelli della mia traduzione, poiché vivo l'insolita esaltante avventura di seguire il poeta in 'piccioletta barca dietro il legno che cantando varca' cercando di riportare tutta la 'Commedia' al suono familiare del nostro dialetto. Ed ora finalmente ho completato l'opera: testardo e deciso ho seguito Dante passo a passo, perché seguir lui è per me la miglior maniera per imparare e conoscere me stesso." (Gianfranco Bendi)

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Poesia

Editore Risguardi

Collana Parole di Romagna

Formato Brossura

Pubblicato 16/03/2017

Pagine 390

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788897287971

Illustratore M. T. De Maria

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Il paradiso. E paradis. Libera traduzione della terza cantica dantesca in dialetto romagnolo del contado meldolese. «Cun Dant scorend e' rumagnòl zintil»"

Il paradiso. E paradis. Libera traduzione della terza cantica dantesca in dialetto romagnolo del contado meldolese. «Cun Dant scorend e
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima