Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il regno del ragno. Via da Sparta
Il regno del ragno. Via da Sparta

Il regno del ragno. Via da Sparta

by Carlo Menzinger
pubblicato da PSEditore

13,41
14,90
-10 %
14,90
Disponibile.
27 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin whatsapp

Sparta ha costruito un grande impero che dura ancora ai giorni nostri, in un mondo divenuto del tutto diverso dal nostro, violento e spietato. La giovane e bella schiava Aracne, con la sua padrona, amica e amante Nymphodora, fugge all'inseguimento di un sogno, della libertà e della vita per sé e per suo figlio, nato dall'ennesimo stupro da lei subito. Tra mille avventure scopriranno, a loro rischio e pericolo, alcuni segreti dell'Impero di Sparta, luoghi sconosciuti a molti, che rivelano l'anima nascosta di questo stato in costante guerra. Aracne porta con sé, senza saperlo, uno di questi letali segreti, che riguarda la sua stessa esistenza.

Dettagli

Generi Fantasy Horror e Gothic » Fantasy , Romanzi e Letterature » Fantasy

Editore Pseditore

Formato Brossura

Pubblicato 09/11/2018

Pagine 314

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788832021103

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Il regno del ragno. Via da Sparta carlomenzinger

carlomenzinger - 19/01/2019 11:31

voto 5 su 5 5

VIA DA SPARTA è unucronia che descrive un presente alternativo in cui gli ultimi 2400 anni di storia si sono svolti diversamente. Nello specifico si immagina che Sparta abbia vinto a Leuttra contro Tebe e quindi sia poi riuscita a sconfiggere e distruggere Atene. In un mondo senza gli insegnamenti di questa città non ci sarebbero dunque stati il neoclassicismo, il rinascimento, la rivoluzione francese e, di conseguenza, molte altre cose. IL REGNO DEL RAGNO descrive le avventure di due ragazze in questo nostro presente stravolto e mutato. Lipotesi fantastica da cui si parte è che Sparta non solo sia sopravvissuta sino ai giorni doggi ma sia diventata un grande impero, uno dei due più potenti del pianeta. A Sparta si viveva in modo molto diverso. Tanto per darvi unidea, immaginate che ogni lusso sia abolito (non per nulla ancora oggi si dice di una cosa senza fronzoli che è spartana) al punto che persino i vestiti sono considerati mollezze barbariche e la gente va in giro senza. A Sparta la società era divisa tra una piccola classe dominante e un gran numero di schiavi pubblici detti iloti. Questa struttura si mantiene anche nel romanzo, nonostante lo scorrere dei secoli. Uomini e donne poi vivevano separati e gli uomini mangiavano in tavolate tra di loro (i sissizi). Nel romanzo la separazione è accentuata e gli uomini si occupano solo di guerra e politica, mentre le donne gestiscono tutto il resto. Luso spartano per il quale una donna poteva avere più mariti qui assume una funzione economica rilevante. Lomosessualità e la pedofilia tra i greci erano considerati normali e tali continuano a essere, ma leterosessualità viene ostracizzata e riservata alla sola procreazione, dato che il vero amore è tra uguali. Anche lamore è ben diverso, del resto non abbiamo avuto né il romanticismo, né lamor cortese dei cavalieri. Non vi voglio tediare oltre descrivendovi anche le differenze in campo tecnico, economico, politico, filosofico e religioso, ma le scoprirete leggendo.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima