Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Comallamore
Comallamore

Comallamore

by Ugo Riccarelli
pubblicato da Mondadori

8,10
18,00
-55 %
18,00
Disponibile.
16 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Al centro di una piccola città sorge un manicomio: uno spazio in cui tutto sembra immutabile, separato per sempre dalla società e dalla Storia. In un punto, però, le alte mura che circondano l'edificio si interrompono come per una dimenticanza. Da lì, attraverso una rete, fin da piccolo Beniamino osserva i matti, irresistibilmente attratto dai loro gesti, dal mondo misterioso che lasciano intravedere. È poco più che un ragazzo quando, interrotti gli studi di Medicina, varca la soglia del manicomio in cerca di un impiego. Tra quelle mura diventerà un uomo. L'Italia è in preda ai deliri imperialistici del fascismo, la tecnica dell'elettroshock fa i primi proseliti, ma nell'ospedale arriva un medico, il dottor Rattazzi, che prova altri esperimenti. Con coraggio e umiltà cerca di immedesimarsi nei matti, di entrare in contatto con le loro paure e trovare nuove vie per permettere a ciascuno di dare sfogo alla sua disperata ansia di libertà. Come quella del giovane Fosco, che quando vede passare gli uccelli apre le braccia e le sbatte come ali, abbandonandosi al suo "volare stravolto e felice", e come quelle del professor Cavani, della Renatina e di tanti uomini e donne che con le loro stranezze, i loro terrori muti, i loro occhi febbrili costituiscono una famiglia dolente eppure, a tratti, follemente allegra. La guerra e i bombardamenti fanno irruzione anche nella piccola città, ma offrono un'occasione: Rattazzi può sfollare i pazienti, portarli fuori dal manicomio. Nello spazio aperto della cascina del Pianoro, lontani da ogni controllo, spiccare il volo e vincere i propri fantasmi sembra finalmente possibile. E quando gli eventi lo richiedono, Beniamino - sostenuto dall'amore della madre Elemira e della dolce Marcella - trova la forza per fronteggiare ogni difficoltà e farsi guida della piccola corte che Rattazzi gli affida. Ma presto la follia più cupa e radicale, violenta e impietosa - quella della guerra - tornerà a lambire nuovamente l'equilibrio della comunità del Pianoro... "Comallamore" ci mostra in una luce inattesa la guerra e la Liberazione, vista come la speranza in una nuova convivenza civile e insieme il sogno di sfuggire alla costrizione della follia. Lo sguardo di Riccarelli illumina il mondo della malattia mentale con una delicatezza che rende tanto più cruda la brutalità della Storia. Con la sua scrittura piena di suggestioni, quasi sinuosa per la capacità di avvolgere e trascinare il lettore, l'autore di "Il dolore perfetto" dà corpo a un originale romanzo di formazione, toccando temi classici - la paternità e l'amore, il senso di inferiorità e l'affermazione di sé - con una grazia rara, e ci conduce ancora una volta in un mondo nel quale non è possibile tracciare confini netti tra fiabesco e reale, tra ragione e fantasia, tra incanto e sofferenza. Leggere questo romanzo - sembra suggerirci - è come staccare i petali di un fiore e assaporarne lentamente la fragranza, o forse fingere di farlo, come i matti e Beniamino stesso, una volta liberato dalle sue paure.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Mondadori

Collana Scrittori italiani e stranieri

Formato Rilegato

Pubblicato 24/03/2009

Pagine 186

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804585336

2 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Comallamore

Anonimo - 24/01/2010 18:00

voto 5 su 5 5

Mi è piaciuto tantissimo!!!

Comallamore

Anonimo - 14/09/2009 23:29

voto 4 su 5 4

ho divorato il romanzo, scelto da recensione di rdio24, per interesse personale e per avvicinarmi e condividere la scelta professionale di mio figlio:educatore in un centro per diabili psichiatrici. la collocazione storica, la profondità dei contenuti professionali/emotivi/relazionali dei protagonisti, curanti/pazienti, mi ha affascinato per la modernità di intuizione e la corrispondenza che a tutt'oggi vedo confermata solo, haimè, in poche strutture atte ad accogliere persone che hanno pari diritti a persone definite "normali" (la soglia tra normalità e anormalità è purtroppo poco definita in mancanza di indicatori di riferimento, affiancati da indispensabile conpetenza/coscenza professionale nella valutazione..). lavoro da 32 anni su campo affine, cerco confronti costruttivi per affinare stile professionale. consiglio la lettura ad ogni operatore sinceramente impegnato su campo!

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima