Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il buio oltre la siepe
Il buio oltre la siepe

Il buio oltre la siepe

by Harper Lee
pubblicato da Feltrinelli

8,07
9,50
-15 %
9,50
Disponibilità immediata.
16 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

In una cittadina del "profondo" Sud degli Stati Uniti l'onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d'ufficio di un "negro" accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l'innocenza, ma l'uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l'episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell'infanzia che è un po' di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Feltrinelli

Collana Universale economica

Formato Tascabile

Pubblicato 26/02/2013

Pagine 304

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788807881558

Traduttore A. D'Agostino Schanzer

11 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
6
4 star
4
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Il buio oltre la siepe andreacastaldinivirgilioit

andreacastaldinivirgilioit - 13/05/2017 11:54

voto 5 su 5 5

Siamo nel 1930, lepoca in cui i fatti sono narrati, eppure la cittadina di Maycomb (il nome fittizio dato da Haper Lee a Monroeville, cittadina rurale dellAlabama realmente esistente), nel profondo sud degli Stati Uniti, curiosamente non lontana dal Golfo del Messico, ci ricorda così tanto certi paesi del nord Italia e tanti progetti contemporanei orientati ad alzare nuovi muri. Anche oggi il pensiero dominante vorrebbe indicarci potenziali nemici ad ogni angolo della strada e a leggerlo sembra quasi che non sia passato un secolo. Per certi versi allarmante, perché la sua attualità ci mostra tutta la fragilità delle nostre più recenti conquiste, che magari diamo per scontate, è un libro senza tempo, un dramma ma anche e soprattutto una grande storia (impossibile non collegare questi luoghi e i loro personaggi alle atmosfere di Mark Twain), un'avventura che conduce alla consapevolezza di sé, a quel momento irripetibile, quell'istante magico che tocca i più fortunati tra noi, quando improvvisamente vediamo quello che era nascosto, cambiandoci per sempre. Questo libro tanto amato da Barack Obama, è un manifesto sulla bellezza della diversità, sulla profondità dellanima e ci insegna che a volte, semplicemente, per chi sa guardare, contro ogni probabilità, contro ogni evidenza, dal vicolo sporco, tetro e buio può arrivare un angelo e non un mostro. #lamiarecensione -

Il buio oltre la siepe giuliana.popolizio

Giuliana Popolizio - 18/04/2017 18:35

voto 5 su 5 5

Questo fa parte di quella categoria "cult" di libri che vanno letti almeno una volta nella vita per il senso che danno ad un determinato argomento, perché in linea con una fase storica importante. Atticus, un avvocato del sud degli Stati Uniti, si ritrova a difendere un nero accusato di violenza carnale nei confronti di una ragazza bianca. Nonostante riesca a trovare un escamotage che dimostri l'oggettiva innocenza dell'uomo, questi viene comunque condannato. La chiave di lettura di questo romanzo risiede nella indignazione dei figli di Atticus, soprattutto della minore, una bimbetta tutto pepe. Più volte il loro atteggiamento funge da monito per quelle figure che dovrebbero rappresentare l'esempio per le nuove generazioni ma che invece, con forza, difendono un falso ideale: la superiorità della razza. Nella storia si sono verificate tantissime occasioni per imparare che l'uomo è un essere corruttibile ma, ahimè, gli errori si sono ripetuti sempre per gli stessi motivi anche se sotto forme diverse. L'innocenza dei bambini ha offerto altresì l'occasione di riacquisire spesso un po' di lucidità difronte alle nefandezze degli adulti, ma rimangono atteggiamenti e parole mute... ancora oggi. Buone letture, Bookspassion. #lamiarecensione -

Il buio oltre la siepe elleli

elleli - 11/04/2017 19:02

voto 4 su 5 4

Discriminazione, razzismo, ignoranza, pregiudizio. Sono loro i veri protagonisti del romanzo. Siamo nell'Alabama e a darci una bella lezione di vita è Scout: impossibile non amare la sua vivacità e intraprendenza! Attraverso la giovane voce narrante, Harper Lee riesce a castigare la gretta e ignorante società degli anni Trenta. Una famiglia piuttosto singolare quella di Scout! Suo padre Atticus, avvocato integerrimo, accetta la difesa di un bracciante afroamericano accusato di aver molestato una donna bianca. Immaginate quale scompiglio possa creare una decisione talmente risoluta e insolita da risultare addirittura incomprensibile alla gente "perbene". È vero, sono trascorsi tanti anni e questo potrebbe indurci a pensare che siamo estranei alle ingiustizie di un passato ormai lontano. Ma non illudiamoci di avere tra le mani solo un manifesto contro il razzismo. A saper leggere tra le righe troveremo che anche la nostra vita di tutti i giorni si riflette alla perfezione in queste pagine. "Il buio oltre la siepe" è il racconto di un mondo che non ha età e non conosce confini geografici, un mondo dove a farla da padrona è l'apparenza e l'appartenenza al branco, dove la diversità fa paura. Il giovane Boo Radley, segregato nella propria casa, etichettato come emarginato, è senza alcun dubbio l'emblema delle falsità e delle discriminazioni di una società che non esita a fare pezzi chiunque voglia distinguersi dalla massa. Siamo figli di un mondo evoluto e tecnologico ma ancora troppo ottuso e intollerante. Questo è un dato di fatto, una certezza inoppugnabile. Nonostante questa triste verità ci travolgerà la consapevolezza che nel buio un barlume di speranza è concesso ancora a chi ha la forza di cambiare per rivendicare la propria individualità, a chi sa portare avanti le battaglie quotidiane senza pensare alle conseguenze e senza arrendersi. Perché il coraggio alberga nell'animo di ogni uomo e donna che inizia a combattere nonostante la certezza di perdere. E se Scout con la semplicità e innocenza tipica dei suoi nove anni è riuscita a guardare "oltre la siepe", allora siamo pronti anche a noi farlo, e forse scopriremo che non c'è solo il buio ad aspettarci! #lamiarecensione.

Il buio oltre la siepe bigoi75

Cris Tridello - 05/04/2017 13:53

voto 5 su 5 5

#lamiarecensione - Ci sono libri che, pur essendo capolavori riconosciuti della letteratura mondiale, con il passare degli anni perdono potenza pur rimanendo interessanti e istruttivi (magari diventando un specchio dei tempi in cui furono scritti). Altri, invece, riescono a rimanere attuali pur essendo temporalmente collocati in anni distanti. "Il buoi oltre la siepe" è uno di questi. Io l'ho letto a 42 anni e l'ho trovato attuale sia per i temi trattati cha, soprattutto, per come è stato scritto (anche se dovrei dire tradotto). La vicenda di Scout (alter ego della stessa autrice) non può che conquistare il lettore e vedere/vivere le vicende (anche scabrose e violente) attraverso i suoi occhi è un esperienza che consiglio di fare. Avrete uno spaccato dell'america dei primi anni del secolo scorso che troverete, purtroppo, molto attuale. Ed è proprio la sua attualità che più sorprende: l'autrice non scade (quasi) mai nel retorico e la lezione di vita che ci offre ci arriva in modo graduale. Soprattutto ci racconta di personi umili che, nonostante tutto, riescono ad elevarsi dalla folla senza però guardarla dall'alto. Bel libro, che non ha perso un briciolo della potenza che aveva quando fu scritto.

Il buio oltre la siepe antonellacabrasyahooit

antonellacabrasyahooit - 02/04/2017 20:00

voto 3 su 5 3

#lamiarecensione Avevo letto questo libro anni fa e ora l'ho ripreso in mano: devo dire che mi ha di nuovo appassionato. Credo che la trama sia celebre, così com'è celebre l'omonimo ( e bellissimo) film del 1962 con protagonista Gregory Peck. Harper Lee ci descrive una cittadina dell'Alabama all'inizio degli anni '30: strade polverose, gente che spettegola e che non sa che fare da mattina a sera. Da tutto ciò si distaccano Atticus, avvocato e i suoi due figli: Jem e Scout. Dal punto di vista di Scout assistiamo allo scorrere degli eventi, il più eclatante dei quali è l'arresto di Tom Robinson, un ragazzo nero accusato di aver violentato una ragazza del paese. Atticus ne prende la difesa e da quel momento Scout e Jem inizieranno a percepire il profondo e odioso razzismo dei loro vicini, ritenuti a volte forse eccentrici ma mai cattivi. Scout inizia a vedere il padre in modo diverso e tempo dopo imparerà quanta stima abbia potuto provare per quell'uomo solo contro tutti che afferma che tutti gli uomini sono creati uguali. Il punto di forza del libro è proprio il fatto che il tutto sia narrato dal punto di vista di Scout e, come si capisce ben presto, lo sguardo di un bambino è l'unico in grado di percepire realmente il mondo senza il velo di bigottismo e intolleranza che purtroppo ammorba il mondo degli adulti.

Il buio oltre la siepe jessmich

jessmich - 25/03/2017 17:48

voto 5 su 5 5

#lamiarecensione Mi è stato consigliato da un'amica, nonostante i gusti diversi, lo ho iniziato subito. È uno di quei testi classici che si sentono nominare nei film, soprattutto in scene ambientante a scuola. Devo dire che è fantastico, dopo la lettura si può comprendere come mai viene sempre citato. Tratta diversi temi importanti in modo semplice, per questo adatto anche a un pubblico adolescente. Questo, secondo me, rende il libro ancora più bello. La lettura dà ottimi spunti di riflessione, ma senza appesantire la lettura. È stato scritto molto tempo fa, però i temi sono ancora attuali. Uno dei temi è il razzismo. Bisogna riflettere sulle origini di esso, sul pregiudizio, sulla paura del diverso, sulla conoscenza limitata (se non assente) degli uomini. Al giorno d'oggi si sono fatti dei passi avanti, ma decisamente passi molto corti. Si affrontano anche temi come l'ingiustizia, il pregiudizio, la discriminazione. La vicenda è narrata da Scout che, non comprendendo del tutto ciò che succede, non influenza il lettore con il suo giudizio permettendogli di riflettere in modo assolutamente libero. Trovo particolare il fatto che siano proprio i figli di Atticus ad avere una mentalità così aperta. Si comprende come i genitori hanno il potere di insegnare e quindi influenzare i figli nel loro agire e nel creare la loro idea del mondo. Scout non giudica Tom solo "dalla copertina" e cerca un contatto con Boo. Quest'ultimo, è un personaggio che fa riflettere sul fatto che si teme ciò che non si conosce. Le mie aspettative che riguardano questo libro sono state superate. Lo trovo un testo istruttivo e solo ora comprendo la sua importanza. La lettura diventerà strumento di crescita personale.

Il buio oltre la siepe vale_003

vale_003 - 12/07/2014 22:17

voto 5 su 5 5

Solo una parola: bellissimo! E' un libro che si legge facilmente grazie ad una scrittura scorrevole. Tratta temi delicati, tra i quali il razzismo, ma in modo semplice. Il punto di vista è quello di Scout, una bambina ancora innocente che racconta tutto ciò che vede in modo diretto ed è proprio questo punto di vista a rendere la storia più reale. Lo consiglio perché è un libro facile da leggere, ma profondo al tempo stesso. Ti apre sicuramente gli occhi e ti fa riflettere.

Il buio oltre la siepe simonefavilla

simonefavilla - 13/06/2014 15:07

voto 5 su 5 5

Una siepe che è confine territoriale tra la casa dei Finch e quella dei Radley e che Scout, Jem e Dill desiderano a tutti i costi varcare per indagare sulla vita del misterioso Arthur Radley. Una siepe simbolo del confine mentale di noi uomini che non ci permette di superare i nostri limiti, legandoci ad insensati pregiudizi. Una siepe che Jean Louis, per tutti Scout, e Jem vogliono oltrepassare nonostante la loro tenera età seguendo l'esempio del padre Atticus, difensore di un uomo di colore contro tutto e tutti. E' un libro dagli insegnamenti sempre attuali, assolutamente da leggere!

Il buio oltre la siepe giulia.f

Giulia Ferri - 20/09/2013 12:31

voto 4 su 5 4

Sicuramente da leggere. Una storia da grandi che tratta temi importanti (il razzismo in primis) vista con gli occhi di una bambina che impara cosa vuol dire vivere e non solo

Il buio oltre la siepe daniela.esposio

Daniela Esposio - 05/09/2013 13:43

voto 4 su 5 4

Uno dei libri piu' belli e ricchi di significato che io abbia fino ad ora mai letto. Una storia di razzismo vista dagli occhi innocenti di una bambina che vede, ringraziando, solo il bene e il male, il giusto e lo sbagliato e non si fa condizionare dai pregiudizi e dal colore della pelle. Nonostante il libro non sia assolutamente recente, si capisce purtroppo, quanto l'argomento si ancora attuale e ci si rende contro che il crescere, a volte, comporta anche l'alterazione della percezione delle cose. Da leggere!

Il buio oltre la siepe giuipad

giuipad - 15/06/2013 10:15

voto 4 su 5 4

Bella l'idea di far narrare la storia dal punto di vista di una bambina. il linguaggio utilizzato è semplice e comprensibile; presenta un significato profondo contro il razzismo. Consigliato a chi non vuole una lettura troppo impegnativa ma comunque avvincente.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima