Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il valzer degli addii
Il valzer degli addii

Il valzer degli addii

by Milan Kundera
pubblicato da Adelphi

9,35
11,00
-15 %
11,00
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
19 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

"C.S.: Lei non ha parlato quasi per nulla del "Valzer degli addii". "M.K.: Eppure è il romanzo che in un certo senso mi è più caro. Come "Amori ridicoli", l'ho scritto con più divertimento, con più piacere degli altri. In un altro stato d'animo. Anche molto più in fretta. "C.S.: Ha solo cinque parti. "M.K.: Si fonda su un archetipo formale del tutto diverso da quello degli altri miei romanzi. E' assolutamente omogeneo, senza digressioni, composto di una sola materia, raccontato con lo stesso tempo, è molto teatrale, stilizzato, basato sulla forma del vaudeville." (Milan Kundera, "L'arte del romanzo")

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Adelphi

Collana Gli Adelphi

Formato Tascabile

Pubblicato 01/01/1997

Pagine 246

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788845913068

Traduttore S. Vitale

Curatore A. Mura

1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Il valzer degli addii

Anonimo - 04/11/2002 15:19

voto 3 su 5 3

Un Kundera che non ci si aspetta! Lascia da parte le sue famose digressioni e per una volta tanto l'unico suo obiettivo è il divertimento, suo, come afferma egli stesso, e del lettore che leggerà queste pagine come si guarda una commedia indiavolata al cinema, magari di Woody Allen, ma senza quell'ometto nevrotico che è sempre al centro dei suoi film (anche se il suonatore lo ricorda), in cui gli addii amorosi sembrano moltiplicarsi all'infinito, rendendo esilarante un argomento così spesso fonte di tragedia. Il riso è comunque nero, come dimostrano l'episodio della pillola mortale e quello del ginecologo folle.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima