Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

India per signorine
India per signorine

India per signorine

by Rosa Matteucci
pubblicato da Rizzoli

6,30
14,00
-55 %
14,00
Disponibile.
13 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Per conoscere l'India bisogna gettarsi almeno una volta nei suoi affollatissimi luoghi di culto. Il viaggio di Rosa Matteucci inizia dalla regione del Kerala, dall'ashram di Amma, una famosa mistica che, in un prodigioso spettacolo di esaltazione collettiva, abbraccia ininterrottamente fino a 18.000 persone al giorno, dispensando loro un pizzico di cenere sacra e una caramella, ai più fortunati anche una mela. La seconda tappa è Tiruvannamalai, dove l'incauta visitatrice viene risucchiata da una processione in onore di Shiva: una fiumana di mezzo milione di pellegrini, tra flagellanti indù, zingari distillatori di arak scatenati al ritmo del Ballo del qua qua, lebbrosi, vedove scampate alla pira, galli battaglieri, cani spellati e porcellini neri ghiotti di deiezioni umane. Rifugiatasi in albergo, riceve l'imprevista visita di tre scimmiette che fanno irruzione nella sua stanza, la devastano e si danno a pratiche irripetibili con la sua matita per gli occhi. Terzo e ultimo approdo è Mamallapuram, stazione balneare decisamente più a misura di turista, rifugio naturale per gli espulsi dal ventre del subcontinente, per visitatori sfiancati e sconfitti. Frastornata da una realtà che gioca secondo primordiali regole di sopravvivenza, ma disposta a lasciarsi travolgere dalla tumultuosa bellezza, Rosa Matteucci consegna una guida letteraria di tranciante irriverenza e disegna uno spassoso ritratto dell'India e degli occidentali che la frequentano.

Dettagli

Generi Guide turistiche e Viaggi » Letteratura di viaggio , Romanzi e Letterature » Scritti di viaggio

Editore Rizzoli

Collana 24/7

Formato Brossura

Pubblicato 10/06/2008

Pagine 116

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788817023238

5 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
2
2 star
0
1 star
1
India per signorine ndrea.moretti12345678910111213

Andrea Moretti - 22/10/2016 10:13

voto 1 su 5 1

Sono penose le accuse di razzismo che leggo: la narrativa di Rosa Matteucci è questa, da persona comune che vive la vita con affanno e ironia. L'approfondimento e il politicamente corretto stanno altrove. Detto questo, "India per signorine" è davvero un brutto libro. Non ha capo nè coda, gli episodi sono mal dosati, i personaggi per nulla approfonditi, il lessico pedante. Gli spunti ironici e di (velocissima) riflessione non mancano, ma dalla Rosa Matteucci di Lourdes mi aspettavo tutt'altro. Non è un caso che questo lavoro, così raffazzonato e inconcludente, sia stato pubblicato da Rizzoli 24/7 e non da Adelphi...

India per signorine

Anonimo - 26/08/2008 11:45

voto 0 su 5 1

Mai letto un libro così odioso. Lo conservo solo perché la copertina mi piace, altrimenti il posto adatto a lui sarebbe il bidone della spazzatura

India per signorine

Anonimo - 25/08/2008 12:57

voto 3 su 5 3

Non ho letto il libro in questione, però ho letto gli altri libri di Rosa Mattuecci e sì, confermo, è razzista, maleducata, irrispettosa a tratti o in maniera dilagante. E allora? Chi ha detto che devono esserci solo scrittori buonisti? Non abbiamo bisogno anche di scrittori che dissentono dalla melassa generale? Di fatto, la sua cattiveria è per me godibilissima, al pari di quella del miglior Houellebecq. Chi ha letto Lourdes, sa che dietro i ritratti al vetriolo dell'umanità che contraddistingue questi luoghi c'è più empatia che in certi libri ipocriti, in genere ai primi posti delle classifiche...

India per signorine

Anonimo - 21/08/2008 15:13

voto 5 su 5 5

Non posso che citare Hugo Pratt: 'Chi mona parte, mona torna'

India per signorine

Anonimo - 06/08/2008 11:26

voto 3 su 5 3

Il peggior libro che io abbia mai letto. Razzista, maleducato, irrispettoso, gretto e provinciale. Se l'autrice odia così tanto l'India, gli indiani e viaggiare in generale, perché non se ne resta a casa invece di scrivere libri pieni di odio superficiale e ingiustificato? Non posso credere che qualcuno abbia avuto il coraggio di pubblicare tali vaneggiamenti!

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima