Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Io non ho paura. Con espansione online
Io non ho paura. Con espansione online

Io non ho paura. Con espansione online

by Niccolò Ammaniti
pubblicato da Einaudi (Scuola)

Prezzo:
9,80
mondadori card 20 punti carta PAYBACK
Testo scolastico. Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo lunedì 30 gennaio.  (Scopri come).

Dettagli

Generi Famiglia Scuola e Università » Libri Scuola » Narrativa italiana (edizioni scolastiche) » Testi per la scuola

Editore Einaudi (scuola)

Formato Libro + altro

Pubblicato  21/05/2015

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788828617129


1 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
1
2 star
0
1 star
0
Io non ho paura. Con espansione online giuseppe5151

Giuseppe Baiocco - 14/03/2016 12:54

voto 3 su 5 3

Io non ho paura è prima di tutto un apologo sullimmaginario pre-adolescenziale. Niccolò Ammaniti racconta della turbolenta transizione dallinfanzia alletà adulta, unepopea psicologica quella in cui si è fanciulli senza ancora sapere desserlo: una così inconsapevole innocenza non capiterà mai più nella vita (che forse un vecchio non sa dessere vecchio?). Questo romanzo è dunque un viaggio cognitivo sul coraggio che serve a crescere: divenire adulti è prima di tutto un tuffo nel futuro ignoto, un tempo che non solo ancora non cè ma per il quale non si dispone neppure del linguaggio per rappresentarselo anticipandolo. E così ladolescente va alla conquista dellIo che verrà, lasciandosi alle spalle il primo sole della vita, per sempre. Va detto che il protagonista di "Io non ho paura" vive una storia ben lontana dal mito archetipo dellEden perduto: si muove in una terra depredata e violata, selvaggia, assolata e furiosa che si porta dietro un olezzo di morte. Qui si snoda la drammatica vicenda del piccolo Michele tra le insidie e i perigli di una giungla folta di criminali, mostri, ombre e streghe, fusi in un tuttuno pre-simbolico, come solo un bambino sa fare nel rappresentarsi il minaccioso essere del mondo che gli si para davanti. Ammaniti racconta, in prima persona, quel carnaio crudele che svolazza per il paese, cioè l'orrendo mistero che aleggia ad Acqua Traverse nellestate più torrida del secolo. Affabulante il linguaggio che usa, imbevuto di logica arcaica (animistica e vitalistica) e governato da una mente visionaria con cui il ragazzino cerca di spiegarsi l'arcano che lo sovrasta con idee sui malfatti di quelle contrade che a noi paiono buffe (e ci fanno sorridere) perché si rifanno a un'altra grammatica del mondo, quella dell'infanzia. Come non essere affascinati dallincontro tra Michele e Filippo che egli scopre nel fondo oscuro di un buco del pavimento in un cascinale abbandonato. Costui gli si disvela un poco (un pezzo) alla volta, come un altro da sé, riflettendogli come uno specchio la zona mistero del suo Io che via via va illuminandosi, per sgusciare fuori infine da quel foro ancestrale, amniotico, ombelicale, archetipico. Liberarsi dai legacci di quella stagione che sta tramontando inevitabilmente segna la transizione dal pensiero arcaico a quello adulto, anche se l'esame di realtà che ciò comporta è quanto mai crudele (i genitori complici), per di più senza possibili fughe liberatorie nel pensiero magico (streghe e mostri). A Michele, sull'orlo dell'abisso, la salvezza verrà dal cielo in forma di elicottero alla Apocalypse Now: è ormai pronto alla nuova della vita e allabbraccio fusionale che lo ricongiunge al padre, un abbraccio tra colpa ed innocenza, un viatico per il domani che gli si presenta tutto da sminare: da ora nulla potrà essere più come prima. E Filippo si dilegua rintanandosi nel buio della notte: si compie così la scissione ultima di un pezzo di vita di Michele che non c'è più.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima