Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La fine è nota
La fine è nota
10,20
12,00
-15 %
12,00
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
20 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

"Più di trent'anni fa - racconta Leonardo Sciascia nella presentazione a questo volume - precisamente nell'autunno del 1952, alla stazione ferroviaria di Caltanissetta acquistai l'ultimo dei "gialli" settimanali Mondadori: La morte alla finestra di G. Holiday Hall. E non che nei "gialli" Mondadori ne fossero mancati fino a quel momento di buoni, ma fin dalle prime pagine "La morte alla finestra" mi parve di qualità diversa, di livello più alto. Ero allora fortemente affezionato agli scrittori americani, da Steinbeck a Caldwell a Faulkner a Cain: e mi parve che in quella pleiade si accendesse il lumicino del giovane Holiday Hall, intruppato tra i "giallisti" ma di miglior vocazione e di diverso avvenire. Più precisamente avevo l'impressione che quel giovane scrittore (giovane e nuovo lo diceva la presentazione editoriale) avesse fatto i suoi latinucci sugli altri maggiori, e su Faulkner specialmente. Mi avvenne di leggere il libro qualche anno dopo, l'impressione di allora mi si confermò al punto che volli saperne di più. Scorsi l'elenco di tutti i "gialli" settimanali che erano nel frattempo usciti: ma non ne trovai altri di G. Holiday Hall. Andai a trovare Alberto Tedeschi, che della collana era direttore, per chiedergli di quell'autore, di quel libro. Tedeschi molto gentilmente cercò di soddisfare la mia curiosità, ma senza alcun risultato. G. Holiday Hall era scomparso dal mondo della 'detective story', né si era ripresentato al mondo letterario americano. Non ne seppi più nulla. Riletto dopo trentasette anni ancora mi pare valga la pena cercare di saperne di più sul suo autore. Un piccolo mistero che sarebbe divertente risolvere".

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Sellerio Editore Palermo

Collana La memoria

Formato Libro

Pubblicato 01/01/1990

Pagine 244

Lingua Italiano

Titolo Originale The End is Known

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788838906145

Traduttore Simona Modica

2 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
La fine è nota

Anonimo - 30/09/2003 08:55

voto 5 su 5 5

é un libro che ho deciso di leggere scoprendolo per caso, guardando quà e là e senza ombra di dubbio lo straconsiglio. Trama psicologica sottile, catturante, nei meandri della psiche di tutti noi narrato in maniera assolutamente deliziosa. un vero capolavoro. peccato si siano perse notizie dell'autore dai tempi dei tempi. O magari no???

La fine è nota

Anonimo - 28/06/2002 11:16

voto 4 su 5 4

un viaggio nell'america degli anni '40, le metropoli, le periferie, la provincia, la guerra, la miseria, la voglia di uscirne...assolutamente da non perdere

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima