Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La sabbia non ricorda
La sabbia non ricorda

La sabbia non ricorda

by Giorgio Scerbanenco
pubblicato da Garzanti Libri

8,50
10,00
-15 %
10,00
Disponibile.
17 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Siamo in estate sulle spiagge dell'Adriatico. Un uomo giace sulla spiaggia con la gola squarciata. Comincia così l'incalzante 'giallo italiano' di Scerbanenco. Ma chi ha ucciso il povero Giannuzzo? Un ometto dall'apparenza innocua che in realtà terrorizzava tanta gente? Anche gli innocenti mentono, o tacciono. E così, inevitabilmente, al primo segue un secondo omicidio. Protetto da questa rete di omertà, l'assassino attende con pazienza che passi la tempesta. Ma non sa che il suo nome è stato scritto sulla sabbia.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Gialli classici » Gialli, mistery e noir , Romanzi e Letterature » Gialli, mistery e noir

Editore Garzanti Libri

Collana Gli elefanti. Narrativa

Formato Tascabile

Pubblicato 01/01/2000

Pagine 277

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788811669395

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
1
2 star
0
1 star
0
La sabbia non ricorda

Lennox - 11/09/2003 19:58

voto 4 su 5 4

Estate 1960, riviera adriatica.
Un uomo è stato ammazzato e giace sulla sabbia.
Comincia così l'incalzante ''giallo italiano'' di Scerbanenco, intrigante pittore di albe dagli umori contrastanti.
Il romanzo, quasi un fumetto, ben congegnato, un quadro reale e disicantato della società italiana degli anni del boom economico che stà per cambiare.
La forza descrittiva di Scerbanenco modella e manipola con sadica e glaciale perfidia: Michela, Alberto, Roberto, Irene, Giannuzzo, Gertrude, Ludwig, Giovanni, Maruzza, Pappalettera, costringendoli nel vischio della trama.
E se gli innocenti tacciono o mentono, l'assassino aspetta paziente il ritorno della quiete, aspetta un domani per dimenticare, un domani che non arriverà.
Morgen, domani, si può morire continuando a restare vivi.

Chiudendo il libro, mi è piaciuto immaginare che i due, Scerbanenco e Simenon, si conoscessero, frequentassero lo stesso bar, ma non si facessero vedere in pubblico insieme.

La sabbia non ricorda

Anonimo - 31/07/2001 00:00

voto 3 su 5 3


Questo libro non è solo un giallo convincente, ma riporta immediatamente il lettore indietro nel tempo, nell'Italia dei primi anni 60 con tutta una serie di personaggi, di ambienti e di oggetti che non esistono più o che sono profondamente cambiati. Definirlo soltanto un giallo è un ingiustizia verso un autore che è riuscito a caratterizzare in modo straordinario la psicologia dei suoi personaggi.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima