Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La schiava di Granada

by Agustin Sanchez Vidal
pubblicato da Nord

Prezzo:
19,60 9,80
Risparmio:
9,80 -50 %
In promo:
3x2 su migliaia di libri
mondadori card 20 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo lunedì 30 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

Spagna, 1587. Nella sua lunga carriera d'inquisitore, Lope de Mendoza ha condannato peccatori di ogni genere, eppure mai aveva affrontato un simile enigma: chi è la persona che ha davanti? Chi è in realtà Céspedes? Secondo alcuni, il suo nome è Elena ed è la figlia illegittima di una schiava nera. Dopo un'infanzia segnata dalla povertà e dalla violenza, è stata costretta a sposare un uomo brutale da cui ha avuto un figlio. Quindi ha deciso di abbandonare la famiglia e ha cominciato a peregrinare di città in città, trovando lavoro come sarta o domestica. Ma, d'un tratto, di lei si sono perse le tracce... Secondo altri, il suo nome è Eleno ed è un uomo affascinante e dal passato oscuro. Distintosi durante la rivolta delle Alpujarras, l'ultimo atto della conquista cattolica del regno di Granada, ha vissuto a Madrid, è stato apprendista di un cerusico, ha esercitato la professione di chirurgo ambulante e ha conosciuto Maria del Cano, che poi è diventata sua moglie. Ed è proprio a causa di Maria che è stato imprigionato dalla Santa Inquisizione... Chi è dunque Céspedes? Basato su una storia realmente accaduta e ambientato in una Spagna dilaniata dalle guerre di religione, questo romanzo ripercorre le incredibili vicende di un individuo che ha sfidato una società ostile e bigotta pur di affermare il proprio diritto alla felicità.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Romanzi storici » Thriller e suspence , Romanzi e Letterature » Legal, Thriller e Spionaggio » Narrativa d'ambientazione storica

Editore Nord

Collana Narrativa Nord

Formato Rilegato

Pubblicato  27/01/2011

Pagine  393

Lingua Italiano

Titolo Originale Esclava de nadie

Lingua Originale Spagnolo

Isbn o codice id 9788842916970


Traduttore P. Spinato  -  G. Di Tolle

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
1
1 star
0
La schiava di Granada lilliput91

Lilli Cocci - 08/07/2016 09:41

voto 2 su 5 2

Non mi è piaciuto affatto . Mi piacciono i racconti ben ambientati in certi periodi storici che non vengono stravolti per ottenere una narrazione interessante . In questo romanzo ho trovato molta confusione e ho faticato a seguire e capire la trama .

La schiava di Granada bruno.mohorovich

bruno mohorovich - 03/07/2013 11:17

voto 5 su 5 5

La condizione di ermafrodita è una rarita', anche per quanto attestato da studi medici e picologici. Oggi, benchè nel XXI sec. Il tema desta ancora curiosita'; basti pensare al polverone sollevato nell'atletica attorno alla Semenya,sintomo di un voyerismo mai superato. E se facciamo una salto indietro nel tempo, XVI sec, in tempi in cui l'Inquisizione la faceva da padrona, s'invocavano la stregoneria ed il demonio e per il resto tutto era come adesso pettegolezzi, corruzione, ritrattazione ecc. - possiamo cercare di renderci conto quanto fosse difficile, se non impossibile uscire da una condizione ingrata e beffarda, come quella della protagonista. Elen@ (l'uso della chiocciola, come si vede non e' dei PC, ma gia' nel 1500 i bottegai la usavano ed i medici nelle loro prescrizioni per indicare che un preparato doveva contenere due ingredienti meta' e meta') de Cèspedes, nasce donna e schiava, ma la momento del parto un'escrescenza le da' i tratti maschili. Diventa uomo e si arruola,; come uomo si sposa. Ma e' sempre sofferenza per una identita' con la quale gioca e per la quale e' costretta/o ad una continua fuga. Un'odissea che si compira' definitivamente, quando pensava di poter finalmente vivere serena/o e che la vedra' subire ben due processi. La narrazione di Vidal assume un carattere cronachistico, in quanto si basa sugli atti del processo e su documenti storici dell'epoca e cio' restituisce ancora di piu' l'atmosfera del tempo, le sofferenze di questo individuo, forte della sua cultura e del suo desiderio di affermazione di liberta' come essere umano. Non a caso, nel romanzo, il mito di Sisifo, diviene l'emblema della fatica dell'uomo di conquistare la sua vetta, per i più naturalmente irragiungibile. Oltre alla superba presenza di Elen@, vanno sottolineate la grande forza della moglie Maria, donna antelitteram, che non si nasconde ed affronta la realta' a muso duro e l'inquisitore Lope de Mendoza, che ben studia il caso e non vuole farsi irretire da uno scontato giudizio. Una figura, questa, che si discosta dal solito ritratto che si fa dell'Inquisizione. Da leggere con umilta' perche' è questo che choiede il/la protagonista: non essere giudicato/a.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima