Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La schiava di Granada
La schiava di Granada

La schiava di Granada

by Agustin Sanchez Vidal
pubblicato da Nord

8,82
19,60
-55 %
19,60
Disponibilità immediata.
18 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Spagna, 1587. Nella sua lunga carriera d'inquisitore, Lope de Mendoza ha condannato peccatori di ogni genere, eppure mai aveva affrontato un simile enigma: chi è la persona che ha davanti? Chi è in realtà Céspedes? Secondo alcuni, il suo nome è Elena ed è la figlia illegittima di una schiava nera. Dopo un'infanzia segnata dalla povertà e dalla violenza, è stata costretta a sposare un uomo brutale da cui ha avuto un figlio. Quindi ha deciso di abbandonare la famiglia e ha cominciato a peregrinare di città in città, trovando lavoro come sarta o domestica. Ma, d'un tratto, di lei si sono perse le tracce... Secondo altri, il suo nome è Eleno ed è un uomo affascinante e dal passato oscuro. Distintosi durante la rivolta delle Alpujarras, l'ultimo atto della conquista cattolica del regno di Granada, ha vissuto a Madrid, è stato apprendista di un cerusico, ha esercitato la professione di chirurgo ambulante e ha conosciuto Maria del Cano, che poi è diventata sua moglie. Ed è proprio a causa di Maria che è stato imprigionato dalla Santa Inquisizione... Chi è dunque Céspedes? Basato su una storia realmente accaduta e ambientato in una Spagna dilaniata dalle guerre di religione, questo romanzo ripercorre le incredibili vicende di un individuo che ha sfidato una società ostile e bigotta pur di affermare il proprio diritto alla felicità.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Romanzi storici » Thriller e suspence , Romanzi e Letterature » Legal, Thriller e Spionaggio » Narrativa d'ambientazione storica

Editore Nord

Collana Narrativa Nord

Formato Rilegato

Pubblicato 27/01/2011

Pagine 393

Lingua Italiano

Titolo Originale Esclava de nadie

Lingua Originale Spagnolo

Isbn o codice id 9788842916970

Traduttore P. Spinato  -  G. Di Tolle

2 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
1
1 star
0
La schiava di Granada lilliput91

Lilli Cocci - 08/07/2016 09:41

voto 2 su 5 2

Non mi è piaciuto affatto . Mi piacciono i racconti ben ambientati in certi periodi storici che non vengono stravolti per ottenere una narrazione interessante . In questo romanzo ho trovato molta confusione e ho faticato a seguire e capire la trama .

La schiava di Granada bruno.mohorovich

bruno mohorovich - 03/07/2013 11:17

voto 5 su 5 5

La condizione di ermafrodita è una rarita', anche per quanto attestato da studi medici e picologici. Oggi, benchè nel XXI sec. Il tema desta ancora curiosita'; basti pensare al polverone sollevato nell'atletica attorno alla Semenya,sintomo di un voyerismo mai superato. E se facciamo una salto indietro nel tempo, XVI sec, in tempi in cui l'Inquisizione la faceva da padrona, s'invocavano la stregoneria ed il demonio e per il resto tutto era come adesso pettegolezzi, corruzione, ritrattazione ecc. - possiamo cercare di renderci conto quanto fosse difficile, se non impossibile uscire da una condizione ingrata e beffarda, come quella della protagonista. Elen@ (l'uso della chiocciola, come si vede non e' dei PC, ma gia' nel 1500 i bottegai la usavano ed i medici nelle loro prescrizioni per indicare che un preparato doveva contenere due ingredienti meta' e meta') de Cèspedes, nasce donna e schiava, ma la momento del parto un'escrescenza le da' i tratti maschili. Diventa uomo e si arruola,; come uomo si sposa. Ma e' sempre sofferenza per una identita' con la quale gioca e per la quale e' costretta/o ad una continua fuga. Un'odissea che si compira' definitivamente, quando pensava di poter finalmente vivere serena/o e che la vedra' subire ben due processi. La narrazione di Vidal assume un carattere cronachistico, in quanto si basa sugli atti del processo e su documenti storici dell'epoca e cio' restituisce ancora di piu' l'atmosfera del tempo, le sofferenze di questo individuo, forte della sua cultura e del suo desiderio di affermazione di liberta' come essere umano. Non a caso, nel romanzo, il mito di Sisifo, diviene l'emblema della fatica dell'uomo di conquistare la sua vetta, per i più naturalmente irragiungibile. Oltre alla superba presenza di Elen@, vanno sottolineate la grande forza della moglie Maria, donna antelitteram, che non si nasconde ed affronta la realta' a muso duro e l'inquisitore Lope de Mendoza, che ben studia il caso e non vuole farsi irretire da uno scontato giudizio. Una figura, questa, che si discosta dal solito ritratto che si fa dell'Inquisizione. Da leggere con umilta' perche' è questo che choiede il/la protagonista: non essere giudicato/a.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima