Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Missarun sollemnia
Missarun sollemnia

Missarun sollemnia

by Josef A. Jungmann
pubblicato da Ancora

67,15
79,00
-15 %
79,00
Disponibile.
134 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Dove possiamo collocare quest'opera? Quale il suo significato? Dopo la seconda guerra mondiale, il Movimento liturgico (guidato specialmente da quello francese, che durante la seconda guerra mondiale aveva incontrato idee e realizzazioni di quello tedesco) moltiplica studi e sforzi per rendere 'pastorale' la liturgia, ma si scontra con una realtà rituale rigida e non disponibile a svolgere quella funzione partecipativa e comunicativa che pur le si attribuiva. La restaurazione della Veglia pasquale (1951) e poi della Settimana Santa (1955) aveva fatto capire che, se il rito poteva essere reso flessibile secondo le esigenze pastorali, l'obbligo della lingua latina rendeva pressoché impossibile la comunicazione diretta dei 'significati'. Lo stesso Congresso internazionale di pastorale liturgica (Assisi, 18-22 settembre 1956) non scorgeva nessuna possibilità di superare questo scoglio. La liturgia, pur essendo pastorale per vocazione - e J.A. Jungmann lo aveva ampiamente dimostrato a quel Convegno con il suo magistrale intervento - era costretta a non aprirsi al popolo cristiano principalmente per l'ostacolo della lingua. Il Prof. Jungmann, ad Assisi, aveva presentato la sintesi di accurate e profonde riflessioni raccolte nel volume "Eredità liturgica e attualità pastorale", in cui spiccava un capitolo intitolato "Pastorale e storia della liturgia".
Proprio in quegli anni la ricerca in campo storico-liturgico conosceva una nuova fase: quella dell'accostamento critico ai dati. Utilizzando i contributi della erudizione storica, ma anche l'esperienza pastorale e spirituale messa in opera dal Movimento liturgico, gli studiosi tentano dei 'bilanci' in vista di penetrare più a fondo nella comprensione della preghiera della Chiesa; si vuole percorrere il cammino evolutivo della liturgia, ma per rendersi conto dei 'perché' sottesi ai vari mutamenti; si vuole altresì verificare la prassi odierna: queste due linee sono percorse quasi come due sentieri che convergono a dare risposte, a motivare quelle istanze di riforma che saranno poi accolte dal Concilio Vaticano II. Metodologicamente questi studi che si impegnano a 'interpretare' le forme del culto utilizzano svariate 'chiavi di lettura'. Una di esse è definibile proprio come 'istanza pastorale' ed ha in Jungmann il suo auctor. Questa prospettiva viene da lui proposta come la migliore, la più capace di rendere conto del complesso cammino evolutivo (e/o involutivo) dei riti e delle preghiere della Chiesa. L'istanza pastorale è quella in grado di far emergere la liturgia quale 'vita della Chiesa'; il suo evolversi risulta comprensibile solo all'interno di determinate situazioni, problematiche e scelte pastorali. È qui sottesa una 'comprensione' della liturgia come realtà nella quale la Chiesa rivela se stessa e la sua missione. Propriamente in questa luce si coglie la collocazione ed il significato di "Missarum Sollemnia". (Alceste Catella, Vicario generale della Diocesi di Biella, già Preside dell'Istituto di Liturgia Pastorale "S. Giustina" - Padova).

Dettagli

Generi Religioni e Spiritualità » Liturgia, Preghiere e Canti » Liturgia cristiana

Editore Ancora

Collana Grandi opere

Formato Libro

Pubblicato 01/01/2004

Pagine 832

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788851401597

Introduttore Alceste Catella

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Missarun sollemnia"

Missarun sollemnia
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima