Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

«Non ci possiamo più permettere uno stato sociale». Falso!
«Non ci possiamo più permettere uno stato sociale». Falso!

«Non ci possiamo più permettere uno stato sociale». Falso!

by Federico Rampini
pubblicato da Laterza

7,65
9,00
-15 %
9,00
Disponibile.
15 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Molti si sono convinti che il nostro welfare è un lusso, che mantenendo certe conquiste sociali abbiamo "vissuto al di sopra dei nostri mezzi", e che è ora di ridimensionarci. Ma siamo sicuri che sia l'unica alternativa possibile? Siamo davvero sicuri che l'Europa è in declino perché statalista e assistenziale? Chi lo ha detto che lo Stato sociale deve essere smantellato?

Dettagli

Generi Economia Diritto e Lavoro » Economia » Economia del welfare , Politica e Società » Problemi e Processi sociali » Problemi sociali

Editore Laterza

Collana Idòla Laterza

Formato Brossura

Pubblicato 12/09/2012

Pagine 126

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788842095026

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
«Non ci possiamo più permettere uno stato sociale». Falso! alocchit

tarcisio alocchi - 12/06/2014 09:58

voto 4 su 5 4

In questo piccolo libro, con lo stile succinto e chiao che gli è tipico, Federico Rampini ci fa capire che, contrariamente a quanto comunemente si pensa, non è che noi abbiamo uno stato sociale migliore degli altri paesi Europei ma, a causa di inefficienze, sprechi e corruzione, il nostro welfare non è competitivo nell'analisi costi benefici. Suggerisce perciò non di tagliare indiscriminatamente le spese, ma di attenerci al modo di agire degli stati più efficienti, come la Germania ed i paesi nordici.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima