Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Piattaforma. Nel centro del mondo
Piattaforma. Nel centro del mondo

Piattaforma. Nel centro del mondo

by Michel Houellebecq
pubblicato da Bompiani

7,50
10,00
-25 %
-25% Bompiani Tascabili
10,00
-25% Bompiani Tascabili
Disponibile.
15 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Michel, quarant'anni, parigino, è un funzionario ministeriale spento e apatico, annoiato da tutto, incapace di emozioni. Appena colpito dalla morte del padre, ha deciso di partire: una vacanza in Thailandia, l'oblio, l'immersione in un paradiso di piacere. Nell'oasi del turismo sessuale, Michel vive un incontro di imprevista intensità: quello con Valérie, una dirigente di "Nouvelles Frontières". Nell'umanità ordinaria e insensata che da anni circonda Michel, Valérie è un'eccezione: è capace di piacere, sa vivere i suoi desideri, non insegue fantasmi. Tornato a Parigi, conquistato dalla vitalità di Valérie, Michel intraprende, con lei e un suo collega, un'avventura finanziaria: creare una rete mondiale di villaggi turistici in cui il sesso sia libero, i desideri in vendita, la prostituzione autorizzata. Il successo dell'iniziativa è immediato. Il precipitare in tragedia altrettanto.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi stranieri

Editore Bompiani

Collana Tascabili. Romanzi e racconti

Formato Tascabile

Pubblicato 01/01/2009

Pagine 297

Lingua Italiano

Titolo Originale Plateforme

Lingua Originale Francese

Isbn o codice id 9788845254079

Traduttore S. C. Perroni

7 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
3
4 star
4
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Piattaforma. Nel centro del mondo

Lisa - 17/05/2007 10:09

voto 4 su 5 4

Un libro in cui con uno sguardo cinico e disincantato si scoprono le leve del marketing e del successo, dell'amore e del sesso. Lo stile scorrevole, accattivante e a tratti divertente rende piacevole scoprire la vuotezza del mondo di oggi. Nemmeno l'amore alla fine si salva dalla commercializzazione. Ma nessun giudizio o sentimento personale viene espresso. L'occhio disincantato dell'autore lascia ogni riflessione ai lettori. Bello e inquietante.

Piattaforma. Nel centro del mondo

midknight - 05/11/2005 15:26

voto 4 su 5 4

Questa è una storia d'amore tra una donna che ogni uomo vorrebbe incontrare, e un uomo che nessuna donna potrebbe amare. Nessuna tranne Valerie, che non sa che fine si fa a essere buoni e generosi. Per fortuna ne sono rimaste poche di donne come lei, forse solo nell'immaginazione di qualche scrittore. E anche gli Olandesi Volanti del nuovo millennio sono solo meschini contabili nichilisti perduti in un mare tempestoso di peep-shows e saloni per massaggi. E neanche l'amore vero, inaspettato e immeritato, è in grado di salvarli. Ha ragione Michel: non c'è mai una seconda possibilità, è contro le regole di una vita che questo libro smaschera nel suo vero gelido aspetto. Se è vero che questi temi sono già stati affrontati in passato, e magari anche meglio, Houellebecq ne parla oggi con la lingua di oggi. E parlare del presente è sempre la cosa più difficile, specialmente quando si affrontano argomenti seri e profondi da un punto di vista diverso da quello di un talk-show televisivo. Riuscire a farlo in maniera così scorrevole, e a volte addirittura divertente (basta pensare alle descrizioni dei vari progetti artistici in cerca di finanziamento) è un risultato raro e lodevole in un'epoca in cui il marketing impone le sue discutibili strategie anche alle opere d'arte. Houellebecq ha capito anche questo: che per farli leggere, i libri bisogna prima saperli vendere. In questo senso l'overdose pornografica di ''Piattaforma'', a volte più gratuita che realmente necessaria, è più un mezzo per diffondere questo libro che il fine per cui è stato scritto. Ma è anche il motivo per cui merita un quattro abbondante invece di un cinque pieno.

Piattaforma. Nel centro del mondo

Anonimo - 10/08/2005 12:45

voto 5 su 5 5

Un capolavoro, ironico e tagliente, uno sguardo lucido e impietoso su un'umanità sola e senza valori, su un mondo occidentale oramai in declino. Il tutto interrotto da momenti commoventi e profondamenti umani, Houellebecq non giudica quest'umanità malata, ne fa parte, è uno di loro, uno di noi, condivide il nostro malessere e se ne fa portavoce.

Piattaforma. Nel centro del mondo

Anonimo - 27/04/2005 18:59

voto 5 su 5 5

Dopo aver letto questo libro ho letto tutti gli altri scritti in precedenza. Tutti dei capolavori!! Si legge tutto d'un fiato e si passa tempo a riflettere su quanto scritto.

Piattaforma. Nel centro del mondo

Anonimo - 25/04/2005 23:16

voto 4 su 5 4

l'autore è riuscito a mettere a nudo un ''fantasma'' della nostra società evoluta con arguzia, puntualità e maestria. Le descizioni di scene hard sono un poco forti e talvolta anche gratuite, ma nel contesto si inseriscono perfettamente.

Piattaforma. Nel centro del mondo

angela - 30/10/2003 14:07

voto 5 su 5 5

Piattaforma è sicuramente un libro “scomodo” e “vero” anche se “esasperato”. “Scomodo” e ''vero'' perché in esso vengono trattati, in modo duro, amaro e estremamente cinico, temi come il turismo sessuale, il razzismo, il vuoto esistenziale, il consumismo, la decadenza, la ricerca del potere, l’amore, la morte, il sesso come piacere ma anche come ragione di vita, la libertà e la schiavitù sia essa fisica che psicologica; tutto questo rispecchia la nostra società contemporanea; ho aggiunto “esasperato” perché penso che tutti questi aspetti siano stati volutamente esagerati da Houellebecq. Abile e arguta idea quella di affrontare tematiche tanto forti e difficili orchestrando al contempo una romantica e forte storia d’amore in sottofondo. Ho apprezzato l’imparzialità con la quale Houellebecq ha trattato i due protagonisti del romanzo, un uomo ed una donna al contempo perdenti e vincitori, dominatori e sottomessi; con uno scambio di ruoli, fortemente legato ai temi di fondo del romanzo. Il tutto, senza mai prendere le parti di uno o dell’altro, fino alle ultime pagine del libro. Houellebecq mi ha emozionato per i suoi forti sentimenti, mi ha turbato, ma non poi tanto di più di quanto mi turbi il quotidiano malessere, ed infine mi ha enormemente sorpreso per la sua intrigante prosa. Angela

Piattaforma. Nel centro del mondo

Anonimo - 21/08/2003 19:11

voto 4 su 5 4

bello... bello

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima