Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Pluralismo senza mercato. Rappresentanza e conflitto nel settore pubblico
Pluralismo senza mercato. Rappresentanza e conflitto nel settore pubblico

Pluralismo senza mercato. Rappresentanza e conflitto nel settore pubblico

by Lorenzo Bordogna
pubblicato da Franco Angeli

29,00
Disponibile.
58 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Dalla metà degli anni '80 il settore pubblico in Italia è stato investito da un'esplosione di scioperi sottratti al controllo delle maggiori organizzazioni sindacali. I saggi raccolti nel volume spiegano a che cosa siano dovuti questi fenomeni di frammentazione della rappresentanza e del conflitto; come si spiega la loro prevalente concentrazione nel settore pubblico; se questo fenomeno sia specifico della realtà italiana. L'analisi viene ricondotta al più generale dibattito sul pluralismo, concentrando l'attenzione sui fattori istituzionali delle relazioni sindacali nel settore pubblico. Fattori che alimentano insieme spinte centrifughe e resistenze al cambiamento.

Dettagli

Generi Politica e Società » Ideologie e Teorie politiche » Sindacalismo

Editore Franco Angeli

Collana Ass. italiana relazioni industriali

Formato Illustrato

Pubblicato 01/01/1994

Pagine 256

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788820486785

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Pluralismo senza mercato. Rappresentanza e conflitto nel settore pubblico"

Pluralismo senza mercato. Rappresentanza e conflitto nel settore pubblico
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima