Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Preda
Preda
Prezzo:
18,50 15,72
Risparmio:
2,78 -15 %
mondadori card 31 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 19 €.
Ordina ora per riceverlo martedì 24 gennaio.  (Scopri come).

Descrizione

Julia lavora alla Xymos, un'azienda che sta per brevettare una nuova tecnologia medica: uno sciame di micro-videocamere che, iniettate all'intero del corpo umano, è in grado di effettuare diagnosi di estrema precisione. Ma qualcosa non va per il verso giusto. Julia, sempre più assorbita dal lavoro, e suo marito Jack sono sempre più distanti. La loro figlia minore, Amanda, è affetta da una strana malattia. Anche nel laboratorio della Xymos, nel deserto del Nevada, c'è un problema. Jack: esperto di programmazione, viene chiamato per porre rimedio a quello che sembra un banale incidente ma ben presto si trova a combattere contro un'entità sfuggita al controllo degli scienziati, che si sta evolvendo con rapidità e diventa sempre più pericolosa.
Con una trama avvincente e un godibile gusto dell'avventura, "Preda" illustra con grande chiarezza le sconvolgenti opportunità offerta da nanotecnologie, microbot e sofisticate forme di intelligenza artificiale. Queste tecniche da fantascienza stanno per diventare realtà e rappresentano il futuro della medicina. Ancora una volta Michael Crichton è riuscito ad anticipare in un romanzo appassionante temi di straordinaria attualità, destinati ad avere un grande impatto sulla vita di tutti noi.

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Fantascienza , Fantasy Horror e Gothic » Fantascienza

Editore Garzanti Libri

Collana Narratori moderni

Formato Libro

Pubblicato  01/12/2003

Pagine  466

Lingua Italiano

Titolo Originale Prey

Lingua Originale Inglese

Isbn o codice id 9788811665038


Traduttore Gianni Pannofino  -  G. Pannofino

12 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
2
3 star
5
2 star
4
1 star
0
Preda

Anonimo - 08/07/2008 17:20

voto 5 su 5 5

Un libro fantastico. Questo libro ti prende sin dalla prima pagina. Questo è stato il primo libro di Michael Crichton e sono rimasto contento forse descrive un po troppo ma ti fa capire benissimo il libro. Ho letto il libro in 3 giorni

Preda

Anonimo - 26/12/2006 08:22

voto 4 su 5 4

La trama è coinvolgente, ma spesso l'autore si dilunga eccessivamente in spiegazioni che fanno perdere di vista l'andamento del racconto. Alcune scene sono scontate e ripetitive, ma nel complesso il libro è molto buono, nello stile di Crichton. L'ho letto in un giorno e lo consiglio agli amanti del genere.

Preda

Marco - 07/10/2005 14:48

voto 4 su 5 4

Sto leggendo ora questo libro. Mi sembra scritto ottimamente e la storia è molto coinvolgente!!

Preda

Andrea Bassi - 01/09/2003 11:31

voto 2 su 5 2

Un romanzo di Crichton si legge sempre bene, tutto d'un fiato sempre con con un ritmo incalzante; su questo non ci piove. Anche gli aspetti tecnico scientifici sono sempre ben curati, come in tutti suoi libri, va bene......pero' manca la verve dei suoi romanzi migliori. Sembra ormai che il nostro autore scriva delle sceneggiature per kolossal hollywoodiani fatti in serie. Lui scrive, e scrive bene, vende e poi ci fanno il solito action movie da 70 milioni di $. Francamente son un po' deluso. Da leggere un caldo pomeriggio sotto l'ombrellone.

Preda

alberto - 26/03/2003 14:05

voto 2 su 5 2

Buono lo spunto narrativo, buono, come al solito, il ritmo crichtoniano, delusione nel complesso per un libro che perde per strada gli spunti interessanti per avviarsi verso un finale grottesco. Da un maestro come Crichton si può e si deve pretendere molto di più....... e se la vena narrativa stesse esaurendosi?

Preda

Alberto - 24/03/2003 12:12

voto 2 su 5 2

Che la vena di Crichton si stia esaurendo? buona l'idea..... buona la base scientifica testimoniata dall'abbondante bibliografia...... deludente il testo e ancor di più il finale... resta il ritmo crichtoniano sempre incalzante ed avvolgente. Il voto è ancor più penalizzante in quanto stiamo parlando di Crichton ; Da questo autore pretendiamo di più.

Preda

Diego M. - 08/03/2003 18:16

voto 3 su 5 3

Crichton ci regala un'altra delle sue fantastiche storie imperniante sugli sviluppi della tecnologia… in questo caso della nanotecnologia. Il romanzo è narrato in prima persona dal protagonista Jack Forman, programmatore, che all'inizio della storia troviamo disoccupato. La moglie Julia, invece, sembra impegnatissima nella ricerca sulla nanotecnologia per usi medici, tanto che Jack pensa di essere tradito: Julia fa continuamente tardi, a volte non torna addirittura a casa a dormire, e si comporta in modo davvero bizzarro. In seguito ad un incidente della moglie senza gravi conseguenze, Jack viene chiamato dalla stessa compagnia dove lavora la moglie per continuare il suo lavoro. Lui accetta ben volentieri, anche perché è sempre più incuriosito dagli aspetti tecnici delle ricerche in corso. Si ritrova nello stabilimento della Xymos nel Nevada, in pieno deserto. Qui fa una terrificante scoperta: la ricerca (che ovviamente non è mirata ai soli usi medici) è sfuggita di mano e le conseguenze possono essere terribili. Ma al contrario dei suoi timori, i vecchi compagni di lavoro che ha ritrovato in questo stabilimento, non sembrano così preoccupati dall'andamento devastante delle cose. Perché? Non voglio svelarvi nulla di più, perché questo è uno di quei romanzi che letteralmente si divorano, incuriositi sempre più da come il protagonista saprà o no cavarsela in sempre nuove e pericolosissime situazioni. Crichton dimostra qui ancora una volta come le sue conoscenze tecniche siano approfondite (basti dare un'occhiata alla lunga lista dei riferimenti bibliografici alla fine del libro), in modo da rendere verosimile una storia non sempre facile da narrare per i suoi aspetti che talvolta possono apparire decisamente nebulosi. Tuttavia lui li sa rendere comprensibili a tutti, non tralasciando per niente l'aspetto avventuroso della vicenda che continuamente ti spinge a girare pagina con trepidazione.

Preda

Simone - 01/03/2003 12:43

voto 3 su 5 3

Dopo un inizio un po' troppo lento il romanzo diventa a tratti molto coinvolgente. Di Crichton ho letto in precedenza TIMELINE e direi che mi era piaciuto molto di più. Comunque, a partire dalla parte del ''deserto'' il libro è decisamente buono.

Preda

Anonimo - 27/02/2003 16:49

voto 3 su 5 3

Sicuramente Crichton ha scritto romanzi migliori di questo, ma cio' nonostante è un autore che si legge sempre volentieri. L'argomento trattato è sicuramente intrigante e la vicenda, anche se l'inizio è un po' lento, si snoda appassionante soprattutto nella parte centrale del libro. Da segnalare infine, come al solito, la cura per le nozioni scientifiche che sono sempre molto dettagliate e documentate.

Preda

markus - 26/02/2003 18:06

voto 3 su 5 3

Appassionante. Uno di quei libri che divori in un pomeriggio (come è successo a me). Fluido, avvincente, intervallato da riferimenti scientifici precisi e testabili (alla fine del romanzo è presente, per gli ''addetti ai lavori'', una bibliografia). Un grande Crichton che dà l'impressione di dover ''tagliare corto'' per evitare di fare perdere al lettore, nel divenire delle pagine, la suspance che è propria dei suoi lavori. Il finale è, infatti, piuttosto deludente.

Preda

Enrico Grillo - 24/02/2003 22:06

voto 2 su 5 2

Erano anni che non leggevo Crichton,la curiosità mi ha spinto a farlo e non posso dire di essere rimasto deluso,però ragazzi sembra di leggere un buon compito in classe! Tutto si svolge come previsto,la parte centrale è la migliore,l'inizio da dimenticare,la fine...poco credibile. Insomma caro Michael,si puo' dare di piu'!

Preda

Farfui - 18/02/2003 09:28

voto 3 su 5 3

Un libro a montagne russe. Non certo il miglior Crichton, secondo me. Nel romanzo abbiamo una partenza molto lenta ed assolutamente non coinvolgente seguita da belle pagine intense e piene di suspence (quasi si possono vedere le inquadrature cinematografiche) nella metà e poi un finale decisamente poco credibile. Direi un po' confuso, quasi assurdo. Il personaggio principale è ben costruito, forse un po' meno i minori. Sempre solide invece le basi scientifiche. Il consiglio: da leggere senza aspettarsi troppo.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima