Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Quando fare è credere. I riti sacrificali dei romani
Quando fare è credere. I riti sacrificali dei romani

Quando fare è credere. I riti sacrificali dei romani

by John Scheid
pubblicato da Laterza

18,70
22,00
-15 %
22,00
Disponibilità immediata - pochi pezzi a magazzino.
37 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

La religione dei Romani ha una pessima fama. Rispetto alle religioni universali, quella praticata nell'antica Roma sembra poco interessante. Il concetto di rivelazione le è ignoto, non ha credenze né principi indiscutibili, è costituita esclusivamente da riti e obblighi rituali in una infinita varietà di modalità, secondo la divinità, il luogo e il momento, secondo il contesto e l'intenzione. Non si sacrificava allo stesso modo agli dei celesti e a quelli inferi, agli dei e alle dee; un sacrificio celebrato davanti a un tempio o a un altare in città non assomigliava in nulla a un sacrificio offerto in campagna, in un bosco sacro o sull'acqua. Ogni sacrificio, ogni festa aveva la sua originalità. I sacrifici potevano avere un carattere pubblico a molti e vari livelli - lo Stato romano, le varie città dell'Italia o delle province, le unità militari, i quartieri di Roma - ma potevano anche esprimere la devozione della miriade di gruppi privati che componevano la città: sacrifici domestici, di collegi o di corporazioni. Non esisteva, a Roma, un libro dei sacrifici o un codice sacrificale che enumerasse i gesti e le preghiere da compiere secondo l'ordine canonico ed esponesse la giustificazione teologica di quei riti e di quei gesti. In una religione di tradizione orale un libro del genere non esisteva. E proprio questo ritualismo, spesso prosaico, a essere stato a lungo frainteso o disprezzato.

Dettagli

Generi Religioni e Spiritualità » Mitologia e religioni antiche , Storia e Biografie » Mitologia » Mitologia e Religioni antiche » Periodi storici » Storia antica

Editore Laterza

Collana Storia e società

Formato Brossura

Pubblicato 19/10/2011

Pagine 325

Lingua Italiano

Titolo Originale Quand faire, c'est croire. Les rites sacrificiels des Romains

Lingua Originale Francese

Isbn o codice id 9788842079026

Traduttore B. Gregori

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Quando fare è credere. I riti sacrificali dei romani"

Quando fare è credere. I riti sacrificali dei romani
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima