Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Rovine
Rovine
8,16
9,60
-15 %
9,60
Disponibile.
16 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Una vacanza da sogno in Messico, quattro amici, il mare, la sabbia, le feste a base di tequila e bellissimi tramonti da cartolina. Poi, un ragazzo scompare nella foresta, tra le misteriose rovine precolombiane, e il sogno diventa improvvisamente un incubo. Ciò che attende i ragazzi nella giungla impenetrabile è una trappola senza via d'uscita, una paura paralizzante che porta all'abisso. "Rovine" è la storia di una lotta per sopravvivere, contro tutti, senza regole, senza certezze, senza pietà. E un paradiso che, pagina dopo pagina, si tinge dei colori del più cupo inferno.

Dettagli

Generi Gialli Noir e Avventura » Thriller e suspence , Romanzi e Letterature » Legal, Thriller e Spionaggio

Editore Bur Biblioteca Univ. Rizzoli

Collana Narrativa

Formato Tascabile

Pubblicato 01/01/2008

Pagine 442

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788817020329

Traduttore R. Valle

3 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
2
2 star
0
1 star
0
Rovine

Anonimo - 30/03/2011 11:50

voto 0 su 5 1

Non mi è dispiaciuto affatto. Certo, da amante di King ritengo inferiore questo romanzo alle opere del Re, però dopotutto si legge bene e senza fatica. Un difetto è che forse non si riesce ad immedesimarsi nei personaggi coinvolti nel racconto, creando quel "senso di estraneità" che non permette di essere coinvolto interamente nella storia. Però ripeto, è un romanzo che si lascia leggere senza alcun problema.

Rovine

Anonimo - 09/01/2010 18:55

voto 3 su 5 3

Smith vuole farvi morire di paura, ma non ci riesce! Anche Stephen King, ahimé, si è prestato all' inganno della fuorviante recensione in bella mostra sulla copertina. Non che "Rovine" sia un brutto romanzo: si lascia leggere, ma non mantiene le attese e si finisce per non condividere i pochi elogi ricevuti. Certo, la storia è di quelle che piacciono al Re; da un lato la natura del mostro di turno non ha alcuna spiegazione logica, dall'altro la vicenda di un gruppo di ragazzi in lotta per la sopravvivenza. Ma il punto dolente sta proprio qui: Stephen King è maestro nella caratterizzazione dei personaggi, Scott Smith no o per lo meno in questo romanzo non lo dimostra. Rovine è privo della componente emozionale, i personaggi hanno poco spessore e non si piange la morte di nessuno. La vicenda, priva di veri e propri colpi di scena, è assai inflazionata e non accade nulla per gran parte del romanzo a causa di scene poco funzionali alla trama. L'incipit è troppo breve e ciò mitiga il contrasto tra la spensieratezza della vacanza e l'incubo dell'avventura. La conclusione è frettolosa; sembra quasi ci si voglia sbarazzare dei superstiti per metterci una pietra sopra e scrivere la parola fine. Come thriller vale davvero poco, valutato come horror guadagna in credibilità per via di alcune scene non prive di raccapriccio e per l'interpretazione della paura di Kingiana memoria. Tutto sommato leggibile.

Rovine

Anonimo - 01/07/2008 15:31

voto 3 su 5 3

Il libro si fa leggere tutto d'un fiato, pieno di momenti di suspance e con il desiderio di scoprire quale segreto nasconde la civiltà messicana dei giorni nostri... Ma andando avanti nella lettura ciò che si riesce a capire è che la LIANA ha delle capacità irreali per un essere vivente appartenete alla famiglia dei vegetali... ha logica perchè si prende gioco di quei poveri ragazzi, ha persino voce, perchè ne riproduce i discorsi, e ha cattiveria non mostrando alcuna pietà... Allora si va avanti... adesso capirò, ora l'autore mi spiegherà da dove viene quella pianta, mi dirà perchè quei messicani non mostrano alcun pietà umana... ma nulla... il libro finisce e ti lascia quell'amaro in bocca...

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima