Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Stato e anarchia
Stato e anarchia

Stato e anarchia

by Michail Aleksandrovic Bakunin
pubblicato da Feltrinelli

Prezzo:
9,50 8,07
Risparmio:
1,43 -15 %
mondadori card 16 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo mercoledì 29 marzo.  (Scopri come).

Descrizione

L'opera, scritta nel 1873, fu composta e stampata in russo a Zurigo da un gruppo di giovani fuorusciti o evasi dalla Russia; pubblicata senza il nome dell'autore, fu poi distribuita clandestinamente nel 1874, in territorio russo e diffusa tra gli studenti. Il libro passò ben presto di mano in mano e, con il fascino del proibito, finì con l'esercitare un'influenza notevolissima sul pensiero della gioventù rivoluzionaria e simboleggiò, in quegli anni, ai loro occhi, la rivoluzione stessa. Introduzione di Maurizio Maggiani.

Dettagli

Generi Politica e Società » Ideologie e Teorie politiche » Anarchismo » Ideologie politiche

Editore Feltrinelli

Collana Universale economica. Saggi

Formato Tascabile

Pubblicato  24/09/2013

Pagine  255

Lingua Italiano

Titolo Originale Gosudarstvennost i anarchia. Cast. I (Izdanie Social'no - Revoljucionnoj Partii, I)

Lingua Originale Russo

Isbn o codice id 9788807882296


Traduttore N. Vincileoni  -  G. Corradini

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Stato e anarchia conv87

conv87 - 09/03/2014 20:16

voto 5 su 5 5

Contro ogni forma di potere nelle mani di pochi, Bakunin sostiene che le decisioni del popolo provengano dal basso verso l'alto, inoltre dichiara che le masse popolari serbano in se' i caratteri della rivoluzione che sfociando in un'organizzazione collettiva provvederanno attraverso un'azione violenta ad abolire e distruggere l'unico vero mezzo di sfruttamento di tuttii i popoli, lo Stato, raggiungendo cosi' la vera emancipazione sociale.Con questo scritto, oltre ad entrare nel gota dei grandi pensatori politici, Bakunin ci invita a riflettere sul ruolo delle classi privilegiate,(ossia il potere in mano a pochi esercitato sui tanti), dominando sempre dall'alto i popoli, curando solo ed esclusivamente i loro interessi.Un tema ricorrente in tutte le epoche storiche ed attualissimo, vista la crisi politica ed istituzionale che stiamo attraversando.Una lettura consigliata per chi vuole capire fino in fondo la visione anarchica della societa'.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima