Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Un anno per un giorno
Un anno per un giorno

Un anno per un giorno

by Massimo Bisotti
pubblicato da Mondadori

Prezzo:
16,00 13,60
Risparmio:
2,40 -15 %
mondadori card 27 punti carta PAYBACK
Disponibile.
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24 €.
Ordina ora per riceverlo lunedì 3 aprile.  (Scopri come).

Descrizione

Alex Gioia è uno dei più famosi cantanti italiani. La sua vita, baciata dal successo, è attraversata da un cruccio che lo tormenta: non aver potuto vivere fino in fondo la sua storia d'amore con Greta, una ragazza più giovane di lui, conosciuta durante un evento a Napoli. Alex e Greta si sono rincorsi, si sono sfiorati, ma il momento per loro non è stato mai quello giusto. Da qualche tempo Alex si è trasferito a Parigi, per riprendere fiato in una città in cui non conosce nessuno e nessuno lo conosce, per ritrovare la sua ispirazione perduta. Un giorno, in metrò, si incuriosisce osservando una donna che scende sempre a fermate diverse con persone diverse, facendo delle bolle di sapone. Ne resta affascinato, si presenta e si ritrovano a parlare di occasioni mancate e di rimpianti. Improvvisamente Nirvana, questo è il nome della ragazza, offre ad Alex un dono: un tubo di bolle di sapone. Un tubo magico, gli spiega, e ogni volta che soffierà potrà tornare a un giorno del suo passato, e cambiarlo. Ma ogni viaggio avrà un prezzo. Per ogni tentativo fatto per tornare indietro nel tempo, Alex dovrà dare in cambio un arino della sua vita. Un anno per un giorno. Alex torna all'albergo in cui vive, credendo sia uno scherzo. Finché, ripensando a Greta, non osserva il tubo e viene preso dalla voglia di soffiare. E se Nirvana avesse detto la verità? Se davvero il passato si potesse cambiare? A due anni dallo straordinario successo del "Quadro mai dipinto", Massimo Bisotti torna in libreria con il suo nuovo romanzo. Le meditazioni sui temi fondamentali dell'esistenza umana, quali il tempo e la sua stretta connessione con il caso, il destino e il vero amore, si inseriscono in una trama avvincente e metafisica. Ambientato tra Parigi e Napoli, di cui Bisotti come nessuno sa restituire l'incanto e la bellezza, e popolato di personaggi indimenticabili, come il concierge Etienne e la bellissima modella Charlotte – rimasta paralizzata dalla vita in giù dopo un incidente – che Alex ha conosciuto sulla tomba di Oscar Wilde al cimitero di Père-Lachaise, "Un anno per un giorno" è un libro emozionante, inatteso, profondo.

La recensione del libraio

“La vita è dispettosa, ci spettina i progetti, quando ci regala un incontro non sta a guardare il momento, quando regala decide lei, poi sta a noi decidere se accettare o meno il regalo.”
Agli Uffizi di Firenze è esposta l'Allegoria della Fortuna, quadro che mi è tornato in mente leggendo questa frase di Bisotti.
Alex è un personaggio che a tratti sembra irreale: una persona onesta, che ha coronato la sua vita con il successo ma senza montarsi la testa, fiduciosa nel mondo. Ma ecco cosa ci avvicina ad Alex rendendolo simile a noi:gli manca qualcosa, e questo qualcosa è l'amore per Greta.
Greta è il filo conduttore di tutto il romanzo, è intorno a lei che fluttuano i palloncini rossi e le bolle di sapone, è grazie a lei che Alex conosce tutte e persone a cui racconterà di questo sua amore impossibile, osteggiato da cosa non ci è dato di saperlo.
Alex ha, nel nuovo romanzo di Massimo Bisotti, la possibilità che ognuno di noi vorrebbe avere, ossia un'altra occasione nella vita. O, in questo caso, più occasioni che si rincorrono. E' qui che si vede l'umanità di Alex, nel suo decidere di spingersi oltre qualsiasi limite pur di raggiungere ciò che gli dà felicità.

Susanna Amoroso, Mondadori Store Gallarate

Questo libro fa parte de I consigli dei librai dei Mondadori Store


 

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Mondadori

Collana Omnibus

Formato Brossura

Pubblicato  10/05/2016

Pagine  232

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804661818


11 recensioni dei lettori  media voto 3  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
2
3 star
3
2 star
1
1 star
4
Un anno per un giorno elisabetta.zaza1979

elisabetta.zaza1979 - 23/03/2017 11:23

voto 3 su 5 3

#lamiarecensione Ho amato questo libro. Probabilmente la trama rasenta la banalità, ma la scrittura di Bisotti è meravigliosa, piena di spunti di riflessione e filosofia....filosofia e profondità purtroppo rovinate dal finale. Mi piange il cuore dover dare quattro come voto a questo libro ma lo giustifico dicendo che passaggi tipo "Ci sono persone che non smetteranno mai di piacersi anche se non potranno mai viversi accanto. Sono mine vaganti, vulcani che sembrano spenti e poi esplodono ancora, senza preavviso. Ci sono persone destinate a incontrarsi, a continuare a pensarsi per sempre ma non destinate a stare insieme", non possono essere distrutti da un finale deludente. E' un vero peccato, perché questo autore ha una potenzialità di espressione notevole, gli manca "solo" (lo metto tra virgolette perché non è poi di poco conto) originalità nella costruzione della trama. Leggerò sicuramente altri suoi libri, soprattutto per capire se questa mancanza sia un caso isolato, oppure se è un tratto distintivo della sua penna.

Un anno per un giorno verdy86

verdy86 - 19/03/2017 18:01

voto 1 su 5 1

Inizio a leggere questo libro con fortissime aspettative. Ho letto molti post di frasi condivise di questo autore e le ho sempre trovate significative, vere, profonde, al punto che sono felicissima di leggere un intero libro. Per mio puntiglio personale, sono abituata a terminare tutti i libri che inizio, e per questo ci metto tre mesi, lontana dai miei tempi visto anche che ammonta a 200 pagine o giù di lì. Non ho mai avuto tanta difficoltà a continuare a leggere un libro. Bisotti funziona come post su Facebook, una ventina di righe o giù di lì: ma non potevo immaginare che il libro fosse TUTTO un post su Facebook. Pezzi incollati assieme, che singolarmente possono pure funzionare... ma non tutti assieme. Di continuo. Con il medesimo tema stucchevole e melenso che cambia solo qualche aggettivo ogni due per tre. I dialoghi sono imbarazzanti ed inverosimili. Il protagonista è legnoso ed antipatico, non esiste una vera e propria trama. Alex Gioia esce, parla con qualcuno, ricorda la sua storia con la protagonista in termini di melodramma ma non si capisce perché sia così tragica la vicenda e non se la vada a riprendere, invece di tediare ogni persona del genere umano sul perché non stanno assieme, occupando dieci pagine di riflessioni. Federico Moccia è meglio. E' destinato a ragazzine e ne è consapevole, ha un linguaggio tutto sommato meno imbalsamato e soprattutto HA UNA TRAMA. Discutibile, prevedibile, da commediuncola. Ma ce l'ha. Capisco le riflessioni, capisco l'introspezione: ma Bisotti non ha la classe e il talento per reggere un intero libro scritto in questo modo. Ovviamente so che il mio giudizio è parziale, è limitato ad un solo libro che naturalmente può risultare più piacevole ad altri. Ma non la trovo una scrittura sciatta e superficiale, fatta per attirare likes social delle persone. E dispiace perché secondo me, se non fosse teso a conquistare un certo tipo di pubblico, potrebbe essere davvero bravo. Invece non ha la leggerezza di alcuni autori, e nemmeno la profondità di altri non elevatissimi ma comunque ben impostati. Insomma sono molto delusa. Aspettavo da tempo di leggere qualcosa di suo ma sono rimasta molto innervosita. - #lamiarecensione -

Un anno per un giorno niclades

niclades - 17/02/2017 12:02

voto 4 su 5 4

#lamiarecensione Massimo Bisotti coglie nel segno un argomento da pochi narrato nei grandi romanzi: gli amori mancati per un pelo. Una storia di amore\non amore, di amore desiderato e non compiuto, di un non-finito che aleggia nell'aria, di una frase lasciata a metà, e della persecuzione che ognuno si trascinerà poi a vita: come sarebbe potuto essere se...? Originale e tutt'altro che scontato, lo stile fluido e la trama tormentata di Bisotti ci induce ad una profondissima riflessione sulle nostre scelte, sul tempo che ci è concesso e che noi sprechiamo, sulla possibilità o meno di un'altra vita, toccando i punti più profondi della nostra mente, e spronandoci ad agire. Affinchè non ci serva uno scantinato dove accantonare frasi non dette e cose non fatte. Da leggere!

Un anno per un giorno ste_ania

ste_ania - 16/02/2017 19:30

voto 4 su 5 4

"Dedicato alle persone che almeno una volta hanno perso un treno per darsi un bacio in più; Dedicato a chi, con gli stracci dei suoi sbagli ci fa un vestito nuovo e ricomincia; E sappiate distinguere chi sa distinguervi da tutto il resto"; Si apre così il libro "Un anno per un giorno", di Massimo Bisotti. per proseguire, poi, con una storia che porta il lettore a meditare sull'esistenza umana, quali il tempo e il destino, contrapposto alle scelte folli che si compiono per il vero amore. Alex gioia è il protagonista, uno dei più famosi cantanti Italiani. Egli sarà tormentato per tutto il romanzo da un costante desiderio di riuscire a cambiare il destino tra se e la sua amata, Greta, una ragazza più giovane di lui, conosciuta durante un evento a Napoli. Il destino, però, farà in modo che che il momento, per loro, non sia mai quello giusto. Infatti è proprio per questo che Alex deciderà di staccare un po' dalla sua vita, trasferendosi, appunto, a Parigi. Lì incontrerà, improvvisamente, Nirvana, una ragazza un pò strana. Nirvana darà in dono ad Alex un tubo di bolle di sapone, un tubo magico, gli spiega,e ogni volta che soffierà potrà tornare indietro nel tempo, e cambiarlo. Ma, ogni qual volta che Alex tornerà indietro nel tempo dovrà dare in cambio un anno della sua vita. Ed è proprio da qui che tutto avrà inizio: la morbosa ricerca di Alex di poter rivivere i momenti con Greta, la speranza di poter, in qualche modo, cambiare il destino e rimediare agli sbagli. Alex scoprirà a sue spese quanto possa essere difficili cambiare le sorti del nostro futuro, scoprirà a sue spese quando "amare troppo", a volte, può essere controproducente per noi stessi. L'intera storia viene raccontata da una terza voce narrante. Se c'è una cosa che apprezzo del Bisotti è la capacità di entrare in ognuno di noi, di portare a galla sentimenti che mascheriamo per non soffrire. Questo, in particolare, è stato, per me, molto forte dal punto di vista delle emozioni. Ho letto questo libro in un momento molto particolare della mia vita, in un momento in cui avrei dato la mia stessa vita per poter tornare indietro e rivivere momenti con persone che hanno smesso di far parte della mia vita. Questo libro mi è stato particolarmente di aiuto, ogni singola volta che Alex tornava indietro nel tempo per poter rivedere e rivivere i momenti con Greta pensavo a quanto fosse patetico, a quanto fosse stupido a sacrificare così la sua vita per qualcuno che non lo amava. E fu così che mi resi conto a quanto fossi simile ad Alex, a quanto spesso, noi tutti, sacrifichiamo il nostro tempo per qualcuno, che in realtà non lo merita. Voglio citare così una delle frasi che più mi ha colpita del romanzo, una della quali, tra l'altro, che mi ha convinta ad acquistarne il libro: "Ma infatti io non voglio rovinare la sua felicità. Desideravo soltanto che le nostre felicità camminassero sulla stessa strada." Se c'è una cosa che mi ha delusa molto di questo Romanzo, però, è decisamente la fine, per nulla scontata ma apparentemente incoerente con il messaggio che ha cercato di darci il Bisotti per l'intero racconto. @Stef_ania_lombardo #MAICONTROCUORE #lamiarecensione

Un anno per un giorno elvira32

Elvira Gengaro - 15/02/2017 16:23

voto 5 su 5 5

Consiglio questo libro perché fa bene al cuore, perché in un mondo di violenza, l'amore può essere ancora la nostra salvezza.

Un anno per un giorno martaf1970

marta furieri - 15/02/2017 12:51

voto 2 su 5 2

#lamiarecensione avevo letto la trma e mi aveva affascinato l'idea. il libro però mi ha deluso l'idea di partenza era molto carina e affascinante ma lo svolgimento della trama è banale e faticoso da leggere

Un anno per un giorno piccola_frensis

Francesca Paolin - 27/01/2017 13:09

voto 3 su 5 3

Libro interessante con una trama molto particolare, bisongna arrivare alla fine.. ;) Sicuramente una buona lettura. #maicontrocuore

Un anno per un giorno elias2

Cornelia FRANCHELLA - 05/09/2016 13:23

voto 1 su 5 1

Il libro è noioso dalla prima all'ultima pagina. Unico argomento di conversazione: Greta in tutte le salse. Chiedo allo scrittore: è il caso di cambiare mestiere?

Un anno per un giorno elias2

Cornelia FRANCHELLA - 04/09/2016 10:12

voto 1 su 5 1

Ho trovato il libro molto noioso dall'inizio alla fine. Non mi ha per niente coinvolta. Spero che l'autore sappia scrivere di meglio

Un anno per un giorno elias2

Cornelia FRANCHELLA - 04/09/2016 10:10

voto 1 su 5 1

Ho letto il libro e l'ho trovato molto noioso dall'inizio alla fine. Non mi ha per niente coinvolta. Spero che l'autore sappia fare di meglio.

Un anno per un giorno chiaretta1010

Chiara D Aleo - 28/07/2016 22:29

voto 3 su 5 3

è un libro particolare. La storia è intrecciata tra la realtà e i ricordi. Libro apprezzato e consigliato. Ho gradito molto gli insegnamenti di vita dello scrittore.

Recensioni successive...

    Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

    usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
    torna su Torna in cima