Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Il Vesuvio, i Campi Flegrei e i napoletani. Che cosa potrà accadere e quando

by Antonino Palumbo
pubblicato da Liguori

16,99
19,99
-15 %
3x2 su migliaia di libri
19,99
3x2 su migliaia di libri
Disponibile.
34 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

In questo libro il lettore (i) percorre un breve itinerario storico del pensiero scientifico, ed in particolare degli approcci metodologici disponibili per la previsione a lungo termine degli eventi catastrofici, i quali, però, si sono dimostrati inefficaci per le eruzioni vulcaniche; (ii) segue alcuni modelli, messi a punto ed applicati dall'autore ai due vulcani attivi napoletani, anche in maniera comparativa, ed alla luce dei principi generali che governano l'evoluzione dei sistemi naturali; (iii) accerta l'improbabilità di una prossima eruzione vesuviana, i cui effetti potranno facilmente valutarsi, tenuto conto dell'attuale assetto del territorio e della descritta tipologia del prossimo evento, del tutto analogo a quello, ben noto, del 1631; (iv) potrà, infine, soffermarsi sull'analogia fra il principio cosmologico di Einstein e quello sulla costanza della potenza media, evidenziato dall'autore nel dominio temporale. L'applicazione di questo principio e della Palumbo map ai dati dei Campi Flegrei, ha confermato l'attuale stato di criticità e di instabilità del vulcano, che può preludere ad una prossima eruzione. Questa, come dimostrato nel testo, potrebbe avvenire poco tempo dopo, ed a seguito di una sollecitazione indotta da un forte terremoto vesuviano o campano. Il centro eruttivo sarebbe ubicato nella zona centro-orientale del comune di Pozzuoli o nella fascia litoranea prospiciente, con conseguenze disastrose facilmente immaginabili, anche per la concomitanza del maremoto che accompagnerebbe l'eruzione. Il testo propone, per il Vesuvio, dei suggerimenti operativi originali atti a ridurre i danni di un'eruzione - certo molto lontana nel tempo - fra i quali lo spostamento del plume vulcanico e l'impedimento della formazione delle nubi ardenti e del tappo lavico terminale; per i Campi Flegrei suggerisce la destinazione alla popolazione puteolana, attualmente esposta ad alto rischio di eruzione, dell'adiacente ex area industriale di Bagnoli. Il libro termina con una critica ai piani di evacuazione, i quali non hanno tenuto conto del carattere del Napoletano, la cui storia plurimillenaria, riportata ad hoc, lo ha abituato a fidarsi soltanto della propria autonomia decisionale.

Dettagli

Generi Scienza e Tecnica » Geologia e Scienze della Terra » Vulcanologia e Sismologia , Ambiente e Animali » Terra e Spazio » Scienze della terra

Editore Liguori

Collana Geofisica dell'ambiente e del territorio

Formato Illustrato

Pubblicato 01/01/2003

Pagine 188

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788820733599

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Il Vesuvio, i Campi Flegrei e i napoletani. Che cosa potrà accadere e quando"

Il Vesuvio, i Campi Flegrei e i napoletani. Che cosa potrà accadere e quando
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima