Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Una stagione del liberty a Riccione
Una stagione del liberty a Riccione

Una stagione del liberty a Riccione

by Andrea Speziali
pubblicato da Maggioli Editore

25,50
30,00
-15 %
30,00
Disponibile.
51 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Descrizione

Sin dalla fine dell'Ottocento i villini d'epoca caratterizzano il tessuto urbano di Riccione, tracciandone di riflesso la sua storia. In questo contesto s'inserisce la storia di Villa Antolini sulla quale il giovane autore Andrea Speziali ha svolto una certosina e meticolosa ricerca, che guida il lettore negli ambienti di quel "monumento" in stile Liberty, a Riccione davvero raro. Tra dettagli architettonici, interni ed esterni, attraverso una serie di rare immagini e una puntuale descrizione, turisti e residenti potranno così visitare idealmente le stanze di quel simbolo della Bella époque riccionese che resiste all'evoluzione urbanistica della città. Al nostro autore va dato merito di questo studio e soprattutto di aver scoperto che a firmare il progetto del fabbricato, autentico "gioiellino" incastonato tra il boulevard del Lungomare della Repubblica e Viale Milano, è stato Mario Mirko Vucetich, illustre architetto, nonché scrittore, scenografo e scultore di origine dalmata che operò soprattutto tra Friuli, Veneto, Emilia-Romagna e Lazio. Una scoperta di notevole rilevanza, destinata a traghettare il nome di Riccione oltre i confini nazionali. Questa pubblicazione, attraverso la parte monografica, dedicata al futurista che ebbe contatti con Carlo Emilio Gadda, diventa così occasione anche per conoscere e rivalutare il poliedrico artista, nel tempo abbandonato.

Dettagli

Generi Architettura Design e Moda » Architettura e Urbanistica » Edifici residenziali , Arte Beni culturali e Fotografia » Storia dell'arte » Romanticismo, Impressionismo dal 1800 al 1900

Editore Maggioli Editore

Collana I fuori collana

Formato Libro

Pubblicato 24/06/2010

Pagine 166

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788838756498

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Una stagione del liberty a Riccione

Anonimo - 25/03/2011 14:44

voto 5 su 5 5

Una Stagione del Liberty a Riccione è il titolo del libro che Andrea Speziali ha dedicato a un momento particolare nella vicenda storica di questa cittadina: i primi anni Venti del Novecento. La ricerca, che si avvale anche di un ampio materiale fotografico, è rivolta prevalentemente all'architettura delle residenze estive dei facoltosi dell'epoca. Tra quelle ancora esistenti ci sono Villa Emilia, Villa Pullè, Villa Graziosi, Pensione Florence; ma una brilla più di tutte: si tratta di Villa Antolini, detta anche "degli Americani". Speziali, poco più che ventenne, sin da piccolo ha sviluppato per questa residenza una grande ammirazione, che negli anni si è trasformata in vera e propria dedizione. Il libro, preciso e puntuale sia sulla storia della città, sia sugli argomenti di ambito architettonico e artistico, rivela in pieno questa passione. Vi confluiscono tutte le indagini svolte dall'autore, che spaziano dai fogli catastali del Comune alle fotografie e cartoline dell'epoca, alle testimonianze delle persone informate sui fatti. Quello che differenzia Villa Antolini dalle altre sopra citate, oltre all'eleganza espressa dalle linee semplici e sinuose tipiche dello stile Liberty, deriva soprattutto dall'essere l'opera di una personalità geniale: l'architetto Mario Mirko Vucetich. Speziali, inizialmente attratto dalla struttura della villa, è rimasto poi affascinato dalla poliedricità del suo autore, a cui dedica il libro e un ampio capitolo, dove mette in evidenza l'impegno e la creatività di questo artista non solo nell'architettura ma anche nel teatro, nella pittura e nella scultura, rivalutando così il suo ruolo dagli anni Venti (periodo in cui iniziò la carriera di architetto) fino al 1975, quando morì. Nel 2009 i nuovi proprietari della villa hanno deciso di restituirle l'autentico splendore, e Speziali ha seguito i lavori di restauro, occupandosi personalmente del camino, su cui ha riscoperto due immagini: una scultura raffigurante una donna tra le fiamme (con una citazione incisa: "Fa come natura face in foco") e un bassorilievo con una decorazione floreale arricchita da animali che assomigliano a salamandre o a gechi. Vista la giovane età dell'autore del libro, non resta che augurargli buon lavoro per i progetti futuri.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima