Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

L'uomo è ciò che guarda. Televisione e popolo
L'uomo è ciò che guarda. Televisione e popolo

L'uomo è ciò che guarda. Televisione e popolo

by Stefano Zecchi
pubblicato da Mondadori

5,40
12,00
-55 %
12,00
Disponibile - Attenzione!! Consegna a rischio per Natale.
11 punti carta PAYBACK
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp
Aggiungi al carrello
Consegna gratuita con spesa totale superiore a 24€
facebook tweet linkedin google whatsapp

Spesso si guarda la televisione non per soddisfare un reale interesse, per vedere un determinato programma, ma semplicemente perché non abbiamo niente di meglio da fare, per colmare un vuoto che cerchiamo di riempire con 'quello che c'è'. È così che il piccolo schermo si impadronisce della nostra attenzione e del nostro tempo, e finisce per condizionarci, nel bene e nel male: a volte ci incuriosisce, ci informa, ci diverte, a volte ci annoia, ci irrita, ci disgusta. In questo saggio Stefano Zecchi, un filosofo che non ha mai temuto di misurarsi con le platee dei talk show e con le regole ferree della comunicazione televisiva, analizza la fenomenologia di alcuni programmi emblematici della televisione degli ultimi decenni (come il "Maurizio Costanzo Show", "Porta a porta" e "Il Processo di Biscardi") e denuncia implacabilmente sia la deriva trash dei reality show e di numerose trasmissioni di intrattenimento, sia l'incontenibile dilagare della volgarità. E, con fine ironia, sferza tutti quei colleghi che, sottraendosi per snobismo culturale al dovere di "sviluppare una critica interna al mondo televisivo", rifiutano il ruolo di "intellettuale nazionalpopolare" (così definito da Antonio Gramsci sulla scia della tradizione postrisorgimentale, e al quale il piccolo schermo offre nuove e insospettate opportunità) e rinunciano a un'"etica della responsabilità", che dovrebbe indurre tutti a preoccuparsi delle conseguenze talvolta nefaste del potere esercitato dalla televisione sui telespettatori, soprattutto i più giovani, e sulla loro formazione.

Dettagli

Generi Cinema e Spettacolo » Radio e Televisione » Televisione e società

Editore Mondadori

Collana Frecce

Formato Rilegato

Pubblicato 01/01/2005

Pagine 114

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788804546450

1 recensioni dei lettori  media voto 1  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
1
L'uomo è ciò che guarda. Televisione e popolo

Alf - 01/10/2005 18:35

voto 1 su 5 1

Un testo già letto, ragionamenti o troppo contorti o semplicemente ovvi; magari questa è solo la bozza. L'unica cosa che mi ha colpito è l'uso di pagine spesse come cartoncini ... poveri alberi!

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima