Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Nel 1881, a San Pietroburgo, lo zoologo Mikhail riceve dalla Mongolia lo scheletro di un cavallo selvatico e ne rimane folgorato. Le ossa che ha tra le mani rispecchiano perfettamente la struttura di un esemplare preistorico, considerato estinto da lunghissimo tempo. Mikhail comincia allora a sognare una spedizione sugli altipiani a oriente, un'impresa apparentemente impossibile che l'incontro con un entusiasta esploratore rende d'un tratto concreta. Poco più di cento anni dopo, Karin lascia Berlino insieme al figlio e si avventura nella riserva naturale di Khustai. Ancora bambina, si è appassionata ai cavalli di Przewalski e ha poi dedicato gran parte del suo lavoro di veterinaria a riportarli dall'Europa in Mongolia con l'obiettivo di ripopolare le steppe dove erano nati e vissuti, prima di scomparire. Sono loro, i cavalli di Przewalski, il lungo filo narrativo che unisce le vicende di tre secoli, fino a un futuro non lontano dove, in un'Europa che si sta dissolvendo, Eva si rifiuta di abbandonare la sua fattoria e i due splendidi esemplari di Przewalski di cui si prende cura. Manca il cibo, il clima è sconvolto e solo l'estremo Nord offre ancora terre ospitali. Un giorno, una donna sconosciuta si presenta alla fattoria di Eva, e chiede di potersi fermare. Le tre vicende si intrecciano nell'affascinante trama di un romanzo che mostra come nella storia del mondo, così come in natura, tutto è connesso, e i grandi fenomeni, quelli che le generazioni ricordano, dipendono anche dalla nostra capacità di vedere oltre noi stessi, al di là della nostra singola vita, piccola, eppure decisiva per gli altri e per il futuro.

Dettagli

0 recensioni dei lettori  media voto 0  su  5

Scrivi una recensione per "Gli ultimi della steppa"

Gli ultimi della steppa
 

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima