Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

Guardavo il cielo. Ostaggio dei terroristi islamici: la vera storia di un uomo libero
Guardavo il cielo. Ostaggio dei terroristi islamici: la vera storia di un uomo libero

Guardavo il cielo. Ostaggio dei terroristi islamici: la vera storia di un uomo libero

Rolando Del Torchio
pubblicato da Piemme

Prezzo online:
17,57
18,50
-5 %
18,50
Disponibilità immediata. la disponibilità è espressa in giorni lavorativi e fa riferimento ad un singolo pezzo
35 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Sei mesi nelle mani dei terroristi islamici Abu Sayyaf, nella giungla filippina. Sei mesi di angoscia, paura e privazioni, ma anche di speranza, fede e libertà. Una storia vera che lascia senza fiato. Per anni Rolando Del Torchio è stato un padre missionario, in prima linea tra remoti villaggi filippini per difendere gli abitanti dallo sfruttamento di affaristi senza scrupoli. Smessa la tonaca, gestisce un ristorante a Dipolog, una delle località più tranquille del paese asiatico. Ma durante una sera di festa, mentre tutti sono per le strade a far baldoria, sette uomini armati irrompono nel ristorante e lo trascinano via. E l'inizio di un incubo durato 181 giorni. Tramortito dallo shock e dalle botte, Rolando viene portato nella giungla, ostaggio dei fondamentalisti islamici del gruppo Abu Sayyaf. Ogni giorno è costretto a camminare per ore e ore su sentieri impervi, al seguito di centinaia di terroristi braccati dall'esercito. Deve dormire per terra, nutrirsi poco e male, resistere al freddo e ai dolori alle gambe. Deve assistere ai frequenti scontri a fuoco e sopportare l'indifferenza dei carcerieri alla sua disperata solitudine. Deve convivere con la paura che ad attenderlo ci sia la sorte toccata ad altri ostaggi, a cui è stata tagliata la gola senza pietà. Ma è proprio mentre ci si prepara al peggio che si trovano forze inesplorate: nella fede, che pure a volte vacilla; nel cuore che al pensiero delle persone care si disconnette dalla paura. Neanche sotto sequestro un uomo può essere privato della sua vera libertà, quella interiore. Ed è guardando il cielo ogni notte con questa consapevolezza che Rolando ritrova la speranza, fino alla liberazione. La sua storia drammatica e stupefacente è anche la storia delle straordinarie risorse e contraddizioni dell'animo umano. La storia di un uomo libero.

Dettagli

Generi Storia e Biografie » Biografie Diari e Memorie » Biografie e autobiografie » Memorie , Politica e Società » Attualità internazionale » Politica e Istituzioni » Attivismo politico » Terrorismo , Romanzi e Letterature » Diari, Lettere, Memorie

Editore Piemme

Collana Saggi PM

Formato Rilegato

Pubblicato 16/03/2021

Pagine 288

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788856679656

1 recensioni dei lettori  media voto 5  su  5
Scrivi una recensione
5 star
1
4 star
0
3 star
0
2 star
0
1 star
0
Guardavo il cielo. Ostaggio dei terroristi islamici: la vera storia di un uomo libero supermari64

-

voto 5 su 5 Ho appena finito di leggere il libro. L ho letto in due giorni perchè ho dovuto fare qualche pausa tra un capitolo e l'altro perchè le emozioni erano forti...arrivata circa a metà il mio primo pensiero è stato: "meno male che ho pregato ogni giorno della sua prigionia" ogni mattina...ogni giorno..non so se è servito ma sono felice di averlo fatto...poi sono andata avanti fino alla fine perchè non potevo più fermarmi...è scritto benissimo...ho visto i posti descritti, li vedevo come se ci fossi stata veramente ed ho sentito tutte le emozioni descritte come se le stessi vivendo io..mi ha lasciato a bocca aperta in alcuni passaggi nello scoprire la profondità di Rolando che credevo di conoscere...ma oggi so che non è cosi. Ed anche le sue fragilità che sinceramente pensavo non ne avesse...lui le nosconde bene, ma ....come ho potuto in tutti questi anni non vederle? Mi ha colpito la sua capacità di pensare, analizzare e poi agire costantemente in pericolo e costantemente in grado di capire! Mi ha colpito molto come in una situazione cosi pericolosa e surreale c'era il suo sguardo sempre attento verso i luoghi frequentati, le descrizioni di una natura quasi incontaminata e meravigliosa ..i dettagli.. ed infine e non per ultimo l'amore per la vita e per L'ALTRO chiunque esso sia. La compassione ...i pensieri e la libertà. Questo libro per me non è stato solo il racconto di una terribile esperienza ma è la prova più grande che noi e solo noi con il nostro pensiero possiamo essere forti e liberi. Non importa dove e con chi. E' una grande storia di amore e libertà e ti insegna a vivere senza il giudizio...chi sono io per giudicare? se vivi senza il giudizio riesci sempre a trovare il cuore delle persone...e se trovi il cuore delle persone scopri che alla fine siamo tutti uguali e connessi da un filo invisibile ma che ci lega nelle nostre emozioni, nelle nostre debolezze nel disperato bisogno di amore che ognuno di noi ha. Alla fine insieme alle lacrime, sfogo di una intensa emozione ,è arrivata anche una grande energia...Ho deciso che non riporrò il libro nella mia ricca libreria di casa ma lo terrò sempre sul comodino, per ricordarmi ogni mattina che ogni giorno vicino a me (anche se non fisicamente) c'è un uomo, un amico che crede ed ha sempre creduto nell'amore universale ed incondizionato e grazie a questo amore, alla compassione ed alla lealtà ha superato tutto!!! Solo vivendo cosi saremo in grado di rialzarci ogni volta che la vita ci fa uno sgambetto...e Rolando con questo libro lo insegna molto bene. Non mi resta che ringraziare con tutto il cuore Rolando per questo dono...si perchè questo libro è davvero un dono prezioso!!! grazie grazie grazie...ti ho consociuto quando avevo 16 anni e solo ora dopo 40 ho capito chi sei...senz'altro un grande amico ma prima ancora una grande anima!! ti voglio bene marina

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima