Mondadori Store

Trova Mondadori Store

Benvenuto
Accedi o registrati

lista preferiti

Per utilizzare la funzione prodotti desiderati devi accedere o registrarti

Vai al carrello
 prodotti nel carrello

Totale  articoli

0,00 € IVA Inclusa

La piccola libreria di Venezia

Cinzia Giorgio
pubblicato da Newton Compton Editori

Prezzo online:
9,50
10,00
-5 %
10,00
Disponibile.
19 punti carta PAYBACK
Prodotto acquistabile con Carta del Docente e 18App

Margherita ha un dono: sa consigliare a ogni persona il libro giusto. E per questo che, delusa dalla fine della sua storia d'amore, lascia Parigi e torna a Venezia, con l'intenzione di aprire una libreria nella bottega d'antiquariato appartenuta al padre. Poco prima dell'inizio dei lavori di ristrutturazione, rovistando tra vecchie carte, Margherita trova, incastrata in fondo a un cassetto, una foto che ritrae una giovane donna. "Per Anselmo, il mio grande amore", recita la dedica sul retro, che riporta anche data e luogo: aprile 1945, Borgo degli Albizi, Firenze. Margherita nota con stupore che la ragazza ha al collo un ciondolo identico a quello che le ha lasciato suo zio Anselmo. Com'è possibile? Quel ciondolo è un pezzo unico, non può trattarsi di una copia. Incuriosita dalla scoperta, decide di indagare e parte per Firenze. La sua piccola ricerca la conduce in una libreria, la cui proprietaria è la figlia di Emma, proprio la donna della foto. Ma in quel luogo Margherita conosce anche qualcun altro: Fulvio, uno scrittore un tempo famoso, che non pubblica da anni e che nasconde un mistero nel suo passato...

Dettagli

Generi Romanzi e Letterature » Romanzi italiani

Editore Newton Compton Editori

Collana Anagramma

Formato Rilegato

Pubblicato 19/10/2017

Pagine 286

Lingua Italiano

Isbn o codice id 9788822707673

1 recensioni dei lettori  media voto 4  su  5
Scrivi una recensione
5 star
0
4 star
1
3 star
0
2 star
0
1 star
0
La piccola libreria di Venezia ely.101

Elisa Cavandoli - 15/05/2020 23:25

voto 4 su 5 4

Margherita ha un dono, riesce sempre a consigliare il libro giusto per ogni occasione, da sempre viene chiamata la dottoressa dei libri proprio per la sua capacità di curare lanimo con una giusta lettura, ma non riesce a fare lo stesso per se stessa. Dopo la fine della sua relazione con Alain, artista Parigino che si sembra innamorato di lei, ma non riesce a non tradirla di continuo, decide di tornare a Venezia e riaprire la bottega del padre. Durante la sistemazione ritrova una foto con una dedica, indirizzata al prozio Anselmo, e con stupore scopre che la donna sconosciuta nella foto ha al collo il suo stesso ciondolo, che le è stato infatti donato dal prozio. Incuriosita decide di provare a rintracciare la donna della foto, e per conoscerla va a Firenze. Emma, questo il nome della donna, accoglie subito Margherita con calore, e con una storia da raccontare, la storia di come lei ed Anselmo al tempo si fossero conosciuti ed innamorati, e di come stupidamente abbia perso la persona che più amava. In questo soggiorno fiorentino conosce anche Nicoletta, la figlia di Emma, e tra le due nasce subito una grande intesa, dovuta anche al fatto che Nicoletta gestisce una libreria, e fornisce a Margherita lo spunto per trasformare la sua libreria, che sta aprendo nel negozio del padre, in una specializzata in libri classici. Ma lincontro che più di tutti sconvolge Margherita è quello con Fulvio, autore di un libro di successo, ma che Margherita non ha apprezzato e non ha problemi a dirlo, anche se al momento non sapeva che era lui lautore, ed ora invece gestisce le sue vigne nel Chianti. Tra i due parte da subito unintesa speciale, che non fa togliere dalla testa Fulvio alla nostra Margherita nemmeno una volta tornata nella sua amata Venezia, almeno fino al successivo incontro, quando i due si ritrovano per non dividersi più. Quello che Margherita sa però, è che Fulvio nasconde un passato di cui si vergogna, ma non è ancora pronto a rivelarglielo. E va bene così, almeno per il momento, amore è anche questo. Margherita si butta a capofitto nel lavoro alla libreria, dove assume anche Léonie, sua cara amica parigina che dopo avere perso il lavoro si trasferisce da lei a Venezia, e le due lavorano davvero sodo per creare eventi ed una clientela fidata per la libreria. Con il ritorno alla carica di Alain Fulvio decide che è giunto il momento di rivelare tutto a Margherita, perché se deve scegliere tra i due allora deve sapere tutta la verità, anche se questo comporta la rottura del loro rapporto. Nonostante la fine della storia, Margherita è talmente innamorata di Fulvio che decide di tentare il tutto per tutto, non tanto per farlo ritornare, ma perché almeno lui possa essere felice, e per farlo deve conoscere la famiglia di lui. Non si hanno notizie, fino a quando le viene recapitato un nuovo libro di Fulvio, e decide che lo deve rivedere alla presentazione, anche solo per fargli sapere che lei cè. Perché Emma le ha insegnato con la sua storia che se non si rischia e si combatte per la persona che si ama fino alla fine, quello che rimane è solo il rimpianto. E Margherita, che al collo porta limmagine di Olympe de Gourges, tanto anticonformista, femminista e coraggiosa al suo tempo, è stanca di avere paura di amare. Ho trovato questo libro davvero molto carino, ben scritto e dalla trama semplice ma con personaggi complessi che non faranno mai annoiare durante la lettura. I momenti del racconto di Emma sono ben distinti ed è facile seguire il filo tra lo spazio tempo, senza mai sentirsi spaesati. Tutta la narrazione è ben strutturata e di facile comprensione, con ambientazioni ben descritte e particolareggiate, e personaggi molto reali con caratteristiche ben definite. Ho davvero apprezzato questo libro che è stato piacevole da leggere, e che mi ha regalato alcuni momenti di distrazione dal quotidiano, in compagnia di Margherita e dei libri.

Accedi o Registrati  per aggiungere una recensione

usa questo box per dare una valutazione all'articolo: leggi le linee guida
torna su Torna in cima